Le fiere videoludiche mondiali di più grande spessore stanno per concludersi o si sono già concluse e i videogiocatori di tutto il mondo hanno già pronte le loro wishlist autunnali.

Ma se c’è una cosa che tali eventi ci hanno insegnato nel corso degli anni è la continua ed irrefrenabile innovazione, la ricerca di qualcosa sempre di nuovo, il cavalcare l’onda di ciò che va per la maggiore. Ebbene, uno dei mercati che più ha visto un’espansione esorbitante negli ultimi anni è stato proprio quello del mobile gaming. Che si tratti di puzzle game, di app logiche per sviluppare le proprie abilità, o di rpg dal sapore nostalgico, i titoli mobile hanno saputo catturare una larga fetta di utenza, superando, alcune volte, anche quelle di alcune console.

Ad onore di ciò oggi vogliamo mostrarvi i 5 videogiochi mobile da non perdere.

1. Hearthstone: Heroes of Warcraft

Come non nominare in prima linea il gioiello di Blizzard Entertainment, Hearthstone: Heroes of Warcraft. Il gioco di carte collezionabili, come da nome, prende spunto dall’iconico mondo di World of Warcraft e si sviluppa come un classico gioco di carte a turni.

I due giocatori si sfidano con il proprio mazzo di trenta carte, impersonando un eroe ed avendo come obiettivo quello di ridurre i punti salute iniziali (30 per entrambi) dell’avversario a zero. Ogni carta giocata dai giocatori ha un costo in “cristalli di mana“, oggetti che, a loro volta, rappresentano la risorsa principale di gioco. Ogni personaggio, ogni arma o ogni magia ha le proprie abilità, che possono essere offensive, difensive o curative, e i propri parametri. Il gioco è, inoltre, sottodiviso in modalità, tra cui anche la modalità Arena, una sorta di torneo dove il giocatore sfida altri giocatori reali con un mazzo improvvisato, e la modalità Avventura, in cui il giocatore sfida il computer ma porta a termine determinate missioni.

2. Clash of Clans

Altro titolo altamente conosciuto dai mobile gamer è senza dubbio Clash of Clans, rilasciato da Supercell nel 2012, inizialmente soltanto per iOS e poi successivamente anche per Android.

Come uno dei più classici gestionali, Clash of Clans invita il giocatore a costruire un villaggio, accumulare risorse e formare un imponente esercito, al fine di espandere il proprio territorio, sconfiggendo gli eserciti degli altri giocatori, ed arrivare alla vetta della classifica mondiale. Gli utenti generalmente si riuniscono in Clan, collaborando secondo una gerarchia interna e pianificando le strategie da adottare.

All’interno del proprio esercito il giocatore potrà utilizzare truppe, per attaccare fisicamente i villaggi nemici, incantesimi, preparibili alla Fabbrica degli Incantesimi, come supporto o offensiva nemica, e gli Eroi, “truppe” speciali con livelli ed abilità maggiori e fuori dal comune. Allo scopo di reclutare nuovi membri il gioco mette, inoltre, a disposizione una chat globale che riunisce i giocatori della stessa lingua impostata.

3. Final Fantasy IX

Nella strada del mobile gaming anche i colossi come Square Enix hanno deciso di cavalcare l’onda e non lasciarsi perdere l’occasione di inserirsi in un mercato del genere. A fare capolino sui dispositivi mobile è, infatti, l’iconico Final Fantasy IX.

La critica a riguardo è ancora un po’ controversa, c’è chi lo ama, annoverandolo tra i migliori capitoli della serie, e chi, invece, lo definisce un po’ “sotto tono”. Quello che, però, è sicuramente evidente, è che il nono capitolo è subentrato in un momento di grande fioritura per la casa videoludica, inserendosi in un’era d’oro del jrpg e dell’rpg. Ma come risulterà l’adattamento mobile del titolo?

Ebbene Final Fantasy IX mostra un buon potenziale anche su smartphone e tablet, armonizzando abbastanza discretamente le texture poligonali dei personaggi e lasciando rivivere in tutta la sua bellezza le avventure di Gidan e del suo gruppo. A livello tecnico, l’adattamento del gameplay risulta ben fatto e ben costruito, con il classico sistema di battaglia a turni, l’utilizzo del Trance Mode ed uno stick virtuale per manovrare con semplicità il personaggio. Se avete amato il capitolo e volete riviverlo in versione mobile, Final Fantasy IX può fare al caso vostro, ma ad un’eccezione: il prezzo forse fin troppo elevato per un riadattamento del genere.

4. Her Story

Titolo innovativo e fuori dal comune nel panorama mobile è Her Story, sviluppato e progettato da Sam Barlow.

Il gioco si predispone come un’avventura grafica dai toni investigativi che, grazie ad un grafica accuratamente studiata, ci teletrasporta in una scena poliziesca tipica degli anni ’90, condita da particolari come effetti sonori tipici di un computer d’altri tempi e la qualità tipica di un VHS. Il giocatore, nei panni di un personaggio non identificato, avrà il compito di visionare diversi filmati di un interrogatorio condotto ad una donna che ha denunciato la scomparsa del marito. Pian piano questa indagine andrà via via dispiegandosi verso un oscuro e misterioso omicidio che potrà essere risolto solamente grazie all’astuzia del giocatore che dovrà svelare e scoprire, attraverso le proprie intuizioni ed un database, i filmati giusti da visionare.

Per quanto il gameplay risulti, così, piuttosto scarno e forse fin troppo banale, Her Story basa le sue potenzialità proprio sul coinvolgimento, su una storia fuori dal comune e sulla capacità di immedesimazione umana.

5. Kingdom Hearts Unchained χ

Ultimo ma non meno importante è il titolo di recente uscita, targato ancora una volta Square Enix. Parliamo di Kingdom Hearts Unchained χ, titolo mobile che si colloca come prequel iniziale di tutta la saga e che promette di introdurre il giocatore alla storia globale di Kingdom Hearts.

Ambientato ancora prima della Guerra dei Keyblade, Unchained χ non ci metterà ancora una volta nei panni di Sora e compagni, bensì in quelle di un personaggio creato e personalizzato da noi. Il titolo ci pone, però, una missione piuttosto ridondante: sconfiggere gli Heartless che minacciano i vari mondi, oltre a collezionare “medaglie” e raccogliere oggetti e risorse fondamentali per potenziare il nostro Keyblade. Piccola chicca del gioco sono proprio le medaglie, ognuna caratterizzata con l’immagine di uno dei beniamini della serie e capaci di farci effettuare potenti attacchi speciali.

Il gameplay si risolve in uno scontro diretto col nemico, che grazie al touch ci vedrà impegnate in lotte all’insegna di colpi singoli o attacchi magici. A rendere affascinante il titolo è, però, l’incredibile character design, i colori vividi e la palette di colori che ricorda verosimilmente quelle dei libri di fiabe. Se siete fan della saga e volete gustare un titolo leggermente differente, Kingdom Hearts Unchained χ potrebbe fare al caso vostro!

Questi erano i 5 videogiochi mobile da provare assolutamente, piccole chicche che, secondo noi, possono essere degli ottimi compagni di viaggio e, perché no, anche degli ottimi titoli da giocare a casa in tutta comodità. Voi ne avete provato qualcuno? Qual è il vostro preferito?