Tra i giochi portati da Bandai Namco all’E3 2017 c’era anche Project Cars 2, successore di quel primo capitolo che era stato in grado di sorprendere sia il pubblico che la critica.

Ecco perché i ragazzi di Slightly Mad Studios hanno voluto applicare il classico detto “Squadra che vince non si cambia“. O quasi.

Gioie e dolori del Rallycross

Se da un lato Project Cars 2 riprende quanto già visto nel primo capitolo, con una quantità industriale di auto e una grande cura per i dettagli, dall’altro troviamo una nuova modalità, il Rallycross. Il risultato? Estremamente doloroso, ma tranqulli, solo per la mia auto. I circuiti messi a disposizione infatti richiedono un certo grado di precisione alla guida, un buon mix tra sovrasterzo e sottosterzo e una buona dosa di pazienza nel manovrare freno ed acceleratore. Insomma, tenere l’auto su strada (o comunque sullo sterrato) non è un gioco da ragazzi.

A rendere tutto un po’ meno complesso ci pensa però il nuovo approccio utilizzato da Slightly Mad Studios. Mentre il capitolo precedente sembrava incredibilmente votato alla simulazione, Project Cars 2 cerca di adattarsi anche ai giocatori con meno esperienza. Cambiando i settaggi è quindi possibile trovarsi di fronte ad un sistema di guida più permessivo ma non per questo semplice.

Un comparto grafico eccellente

Graficamente Project Cars 2 è quasi inattaccabile. Piste e veicoli sono dettagliatissimi, con texture di alta qualità e il ciclo giorno-notte che tende a rendere le nostre gare davvero spettacolare. Le cose poi migliorano con il nuovo Livetrack, che modifica le condizioni del percorso in base alle condizioni atmosferiche, permettendo al gioco di essere ancora più realistico.

A conti fatti quindi il comparto tecnico sembra essere un gran bel punto di forza di questo Project Cars 2, anche se – ve lo confesso – non mancano alcuni difetti, prima tra tutte l’intelligenza artificiale che risulta ancora un po’ troppo basilare. Niente paura però: i ragazzi di Slightly Mad Studio hanno ancora un po’ di tempo per perfezionare la loro creatura. Il gioco uscirà infatti il 22 settembre 2017 su PC, Xbox One e PlayStation 4.


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here