Dopo gli eventi di pre-release, durante i quali i giocatori hanno potuto tenere in mano per la prima volta le nuove carte, è finalmente disponibile L’Era della Rovina, la nuova espansione di Magic: The Gathering, la seconda del blocco Amonkhet. Nuovamente ispitata all’Antico Egitto, questa espansione vedrà il ritorno del leggendario drago Nicol Bolas.

Ma vediamo brevemente i passaggi di questa nuova storia: il Secondo Sole ha raggiunto il centro del monumento dedicato al Divino Faraone e le porte del Paradiso si sono aperte, per accogliere i valorosi guerrieri. La verità però è ben diversa dal previsto e ad accogliere i fedeli oltre i Cancelli dell’Aldilà ci sono solo terre desolate e divinità cadute nell’oblio. L’Era della Rovina è dunque sempre più vicina…

Con le 199 carte di questa espansione, due nuove abilità entrano nel mondo di Magic: The Gathering. La prima è Eternare, grazie alla quale le creature sconfitte potranno tornare di nuovo a combattere, più forti di prima. La seconda è Affliggere, che danneggerà gli avversari mentre cercano di difendersi dagli attacchi. Ci saranno anche nuove carte Terra Deserto, che in alcuni casi forniranno bonus utilissimi ai giocatori sul campo di battaglia.

Sono previsti anche moltissimi eventi in-store per giocare in tanti modi diversi. La Lega di L’Era della Rovina, un evento di quattro settimane, sarà il primo evento, con partite rapide e mazzi da 30 carte. I più appassionati ed esperti del formato Standard e del deckbuilding potranno competere nello Standard Showdown, un torneo di otto settimane che ricompenserà i partecipanti con bustine esclusive con carte rare e fortissime. Infine, anche stavolta i negozi festeggeranno la nuova stagione con un torneo Game Day Standard, per proclamare il Campione di ogni store.

CONDIVIDI
Player da quasi 20 anni, a dispetto di nonne, nonno e zie. Se il primo amore non si scorda mai, chi si dimentica di Sir Daniel Fortesque? (salvo poi essere rimpiazzato da Squall, ma quanto è simpatico Crash?!) Appassionata di social, digital e qualsiasi cosa in evoluzione. Ah già, anche di videoludico. Ho cominciato nelle peggiori sale gioco per finire sulla multitasking PS4. Femminista? Forse. Gamer girl? Che importa, basta che ci sia da giocare.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here