DAL VIDEOGIOCO AL…BALLETTO

La saga di Dragon Quest (ドラゴンクエスト), in Giappone, è una vera a propria istutuzione. Nasce nel 1986 e ad oggi appassiona ancora milioni di persone in tutto il mondo.

Dopo 10 anni di successi, nel 1995 debutta “Dragon Quest Ballet”  con coreografie di Minoru Suzuki (鈴木稔; すずきみのる) interpretato dalla compagnia giapponese Star Dancers Ballet.

Avete capito bene un balletto, di ottima qualità eguitio da ballerini professionisti di alto livello.
Le musiche, composte dal maestro Koichi Sugiyama (椙山 浩一; すぎやまこういち), sono così poetiche, epiche, fiabesche e divertenti allo stesso tempo da essere perfette per diventare un balletto. 

Il maestro Sugiyama ha composto le musiche di tutti i Videogiochi di Dragon Quest dal 1986 ad oggi.  
Lo spettacolo non è basato sulla trama di nessuno dei videogiochi della serie ma rispecchia il tipo di format tipico della saga. Ci sono l’eroe, la principessa, il mago cattivo di turno, il saggio etc.

Questa è una dimostrazione di come in Giappone la cultura del videogioco è radicata in questo popolo tanto da trasformare quello che qualcuno chiamerebbe un “banale videogioco” in una forma d’arte!

Magari non vi interessa, ma qui sotto trovate il primo spezzone dello spettacolo che potete trovare per intero su Youtube.