Giovedì 27 settembre ho partecipato all’evento X-pererience One Sony al palazzo del ghiaccio di Milano. L’evento, organizzato con cadenza annuale dal colosso giapponese, fa il punto della situazione su tutti i propri prodotti.

Prima della presentazione ufficiale io e la collega Erika Gherardi di AndroidWorld siamo state libere di girovagare per il Palazzo del Ghiaccio ottimamente allestito; forse un po’ troppo freddo e formale (e non per la temperatura) .

Per quanto riguarda i prodotti presentati purtroppo non c’erano certo novità da strapparsi i capelli. Com’è ovvio che fosse, la mia deformazione professionale mi ha portata subito ad andare a visitare la zona dedicata all’home entertainment.
Mi sono catapultata direttamente alla postazione con chaise longue per poter provare il Personal 3D Viewer (non è una novità… se ne era già parlato più di un anno fa).

Vedo un ragazzo intento a divertirsi come un matto con il visore e un bel pad PS3 in mano. Ero entusiasta, volevo assolutamente provarlo. (Vi evito le foto scattatemi da Erika durante la prova del visore perché ho ancora una dignità).

Chiedo allo stewart: “a cosa sta giocando?”. E lui: “Uncharted 3”. Ho pensato “che bello, il mio gioco preferito!”
Mi sdraio sulla chaise longue, indosso il visore, mi metto le cuffie e sono pronta a godermi lo spettacolo. Secondo voi cosa vedono i miei occhi? Nathan Drake, direte voi? No, un SacMan.
Inizio quindi a lamentarmi con lo steward (la cosa mi riesce benissimo), non era ciò che mi aspettavo.
“Non ti piace?” disse lui, “E’ Little Big Planet Karting!” Come al solito la stereotipo donna = giochi stupidi.
L’utilizzo del visore è stato breve ma intenso! Peccato. Volevo provare a sparare un po’… ma niente di fatto.

Già che c’ero poi mi sono cimentata anche con un po’ di magia: Wonderbook il libro degli incantesimi.
Mi è sembrato di tornare un po’ bambina.
Qui
il collega Andrea Porta vi spiegherà meglio come funziona il gioco. Leggetelo perché è estremamente interessante.

Ho appena fatto in tempo a finire il giro per gli stand, che le luci si sono spente e la presentazione vera e propria ha avuto inizio.
Sale sul palco il nuovo Country Head di Sony in Italia, Richard Fairest, il quale ha illustrato, rigorosamente in inglese (ma affiancare un traduttore non era meglio?) tutti i nuovi prodotti: mobile (cellulari, tablet, laptop), fotocamera, televisori, entertainment (playstation, PS Vita e film).
Gli oltre trenta minuti di presentazione sono volati. Finito quello un piccolo rinfresco e via. Niente di entusiasmante ma ho trascorso una mattinata divertente, diversa dal solito e in buona compagnia.