Nella scorsa puntata di GameTime, che potrete vedere qui,vi ho parlato di The Unfinished Swan. Una  meravigliosa fiaba, forse un po’ troppo corta, sviluppata da Giant Sparrow. Un gioco quasi non-gioco che vi farà perdere completamente il contatto con la realtà e volare via con la fantasia. Una chicca videoludica che vale la pena acquistare su PlayStation Store.

Una visuale in prima persona, un foglio bianco e palle di inchiostro nero. Non temete, non è tutto così scontato come potrebbe apparire. Vi ricordate quando da piccoli a scuola vi facevano incidere un foglio bianco e poi colorarlo? I disegni comparivano come per magia.  La sensazione è proprio questa. Lanciate palle di colore all’impazzata e tutto prenderà forma. Una rivelazione. La curiosità vi spingerà a capire dove vi troviate e ad esplorare ogni anfratto portandovi a scoprire un ambiente complesso e articolato.

Man mano che andrete avanti nel gioco tutto cambierà obbligandovi così ad adattarvi a nuove meccaniche e  nuovi scenari. Inizialmente, le palle di colore sono nere e avranno le proprietà dell’inchiostro. Proseguendo saranno azzurre e fatte di acqua; grazie alle prioprità dell’acqua potrete innaffiare delle piante rampicanti così da raggiungere le parti alte della città. Ma non finisce qui, appena vi sarete abituati all’acqua tutto cambierà nuovamente. Nell’ultima parte del gioco le palle, una volta lanciate, vi daranno la possibilità di costruire dei parallelepipedi decidendone addirittura le dimensioni. Di certo non vi annoierete mai!

Un’esperienza fuori dal comune ma che vi darà grandi soddisfazioni.
Voi lo avete giocato? Vi ha colpito?