Se siete dei veri hardcore gamer non potete non conoscere il più famoso di tutti i cheats: il Konami Code. Ma, nello sfortunato caso in cui non sappiate di cosa sto parlando, eccomi accorrere subito in vostro aiuto.

Il Konami Code venne creato da Kazuhisa Hashimoto nel 1985, in occasione dell’uscita dello sparatutto Gradius per NES. Durante lo svolgimento dei test, gli sviluppatori della Konami ritennero che il gioco fosse troppo difficile e quindi idearono una serie di comandi in grado di conferire al giocatore una sequenza intera di power-up: ↑ ↑ ↓ ↓ ← → ← → B A.
Questo codice è stato poi inserito anche nei capitoli successivi di Gradius, tra cui la versione SNES di Gradius III, Gradius V su PlayStation 2 (dove i tasti X e O sostituiscono A e B) e Gradius Rebirth su Wii (dove i pulsanti 1 e 2 sostituiscono A e B).
Il Konami Code acquistò però la celebrità assoluta nel 1988, nella versione NES dell’arcade Contra, un altro sparatutto a scorrimento. Digitando i comandi mentre il gioco era in pausa, si potevano guadagnare 30 vite, e per questo il codice venne ribattezzato con il nome “30 Lives Code”.

Nonostante la versione originale del cheat sia stata ideata per NES, il codice è stato riutilizzato in un gran numero di altri titoli anche non Konami, diventando un vero e proprio mito per tutti i cultori del retrogaming.
Il Konami Code compare in molti giochi ancora oggi, ad esempio:

– “The Legend of Spyro: A New Beginning“: digitando il codice si acquisisce invincibilità.
– “Castlevania: Lords of Shadow“: digitando il codice durante la schermata di caricamento di un livello, si ottengono punti extra.
– “Silent Hill Homecoming“: inserendo il codice nel menù principale, si può sbloccare il costume “Alex giovane”.
– “Assassin Creed III“: conosciuto anche come “Turkey Assassin”. Se fischiamo mentre siamo al Homestead Davenport, apparirà un tacchino. Inserendo il codice possiamo dargli da mangiare. Da questo momento in poi il tacchino indosserà la cappa da assassino e ci seguirà ovunque.
– “Resident Evil 2” : digitando il codice si acquisiscono munizioni infinite per tutte le armi.
– “Dance Dance Revolution“: all’interno di questa serie possiamo trovare la canzone “30 lives” di The Motion Sick. Vi ricorda niente?
In questa lista potete trovare tutti i giochi che contengono il Konami Code. Chissà che non scopriate che anche qualcuno dei vostri giochi ne fa parte.

Anche nell’ultimissimo capolavoro disney Ralph Spaccatutto, dedicato al mondo videoludico e carico di riferimenti retro (come Pac-Man e Q-Bert), potrete gustarvi una scena in cui viene inserito il codice. Vi consiglio di non perdere questo film. 😉
Sul web si possono trovare inoltre molti siti contenenti easter egg attivabili tramite il Konami Code, ad esempio il sito GameSpot o Google Reader.