Sony vuole forse  uccidere  i rivenditori di videogiochi come Gamestop ? Perchè? Di certo c’e’che Sony ha brevettato un chip che non permetterà più l’utilizzo di giochi usati. La richiesta di brevetto da parte di SONY COMPUTER ENTERTAINMENT INC. (Tokyo, JP) è stata registrata presso l’United States Patent Applicationin data 9 dicembre 2012.
(Se avete voglia, ma soprattutto tempo, qui trovate il testo integrale del brevetto. Auguri!)

L’inventore di questa “meraviglia” che rovinerà probabilmente il mercato dell’usato è tale Inooka Hidehiro. Il chip per il quale Sony richiede il brevetto crea un ID per il disco e lo associa a un ID del giocatore. Questi ID vengono associati e probabilmente ve li “cuccherete” per sempre. Ciò significa presumibilmente che se avete finito un qualsiasi gioco e non vi piace collezionarli come se non ci fosse un domani, potrebbe essere che non potrete venderlo. Almeno provateci, ma probabilmente nessuno ve lo comprerà perché quel gioco è associato al vostro ID giocatore e non potrà essere giocato da altri, quindi niente soldi per nuovi acquisti.

La spiegazione più plausibile è che Sony voglia stroncare il mercato dell’usato. In effetti se ci pensate il mercato del gioco nuovo è stato minacciato con la vendita selvaggia dell’usato. Dalla mia esperienza passata in un Gamestop so che il ricarico sui giochi nuovi è veramente molto basso. Se un negoziante dovesse cercare di campare sul ricarico di giochi nuovi e console sarebbe destinato a chiudere bottega in brevissimo tempo. Il mercato dell’usato è l’unico che può tenere in piedi questo business. Attenzione però al rovescio della medaglia, cioè il prezzo troppo basso di riacquisto che lascia quasi sempre con l’amaro in bocca i consumatori.

In questo modo il gioco nuovo viene venduto molto poco e il gioco usato viene passato di mano in mano facendo così crollare le vendite dei giochi nuovi. Il discorso è molto complesso e ci vorrebbero fiumi d’inchiostro per sviscerarlo. Quante volte ci siamo lamentati che i videogiochi, in Italia, raggiungono prezzi folli? Il consumatore quindi si butta sull’usato per poter risparmiare qualcosina.

Io se fossi nei produttori di videogiochi cercherei di abbassare  i prezzi del digital delivery: ci sono già quelli di giochi che non si possono rivendere, perché quindi blindare tutto il mercato?

Questa storia non mi piace. Vedremo come si evolverà la cosa. In ogni caso per adesso potete dormire sonni tranquilli, questa tecnologia probabilmente comparirà sulla futura Playstation 4. Avete ancora un po’ di tempo per cercare di organizzarvi… perché sono certa che lo farete!