So di per certo che siete sempre aggiornati sulle ultime tendenze videoludiche. Per questo motivo vi propongo un indovinello: perché questo mese, per i miei cinque fatti inutili, ho scelto la serie di Sly Raccoon, celeberrimo platform di Sucker Punch? Per i meno informati rispondo io: proprio ieri, 16 aprile 2014, è arrivata anche su PS Vita The Sly Trilogy, raccolta in HD dei primi tre episodi delle avventure del ladro procione più famoso al mondo.

Capirete che non potevo rimanere impassibile: anche l’erede di casa Cooper deve avere dei fatti inutili che lo riguardano, ed è proprio ciò che sono andata a cercare. Cosa ho trovato? Leggete qui sotto per tutti i dettagli.

Pluripremiato

Chi non ha mai sentito parlare di Sly Cooper – cosa alquanto improbabile, direi – potrebbe rimanere un po’ stupito dalle sue fattezze. In effetti, un procione umanoide che di professione ruba e gira il mondo con una pestifera banda di amici è un’idea piuttosto strana per il protagonista di un videogioco. Strana sì, ma vincente: nel corso degli anni, infatti, Sly ha accumulato una serie di premi e riconoscimenti che fanno invidia a qualsiasi essere umano.

Tanto per cominciare, è suo il titolo di Original Game Character of the Year della terza edizione dei Game Developers Chioce Online Awards,  premi assegnati ogni anno durante la Game Developers Conference. Il sito GamesRadar lo ha poi inserito nella classifica The 25 best new characters of the decade, aggiungendo nella descrizione che «Quello del “ladro gentiluomo” è un archetipo dolorosamente sottorappresentato nei videogiochi, ma almeno avremo sempre Sly Cooper a mostrarci come si fa». Ma non è finita qui: lo stesso sito lo ha nominato Mister 2002 della classifica The sexiest new characters of the decade, sostenendo qui che «Sly è quel genere di personaggio riguardo cui gli autori di romanzi vorrebbero scrivere». Ovviamente, la Miss 2002 non poteva che essere la seducente ispettrice Carmelita Fox.

Amici famosi

Ci sarà sicuramente un motivo se Sly Cooper ha avuto dei riconoscimenti. Forse si può annoverare tra quei personaggi che hanno fatto la storia dei videogiochi: questo stesso pensiero devono averlo avuto i produttori di PlayStation Move Heroes. Uscito nel 2011 per PlayStation 3, il gioco si propone come una sorta di crossover tra tre serie famose native di Sony: Jak and Dexter, Ratchet & Clank e, per l’appunto, Sly Raccoon. Ognuna delle serie ha fornito due personaggi: glisso su chi sia stato preso in prestito dalle prime due che ho citato, visto che mi sembra piuttosto ovvio dal titolo, e vi dico invece che il nostro amato procione compare nel videogioco in compagnia del suo fidato amico Bentley. Sfortunatamente il gioco non ha avuto molto successo, forse complice anche la necessità dell’utilizzo di un PlayStation Move, ma comunque Sly Cooper si è rifatto prendendo parte anche al più famoso e più amato PlayStation All-Stars Battle Royale.

Voce in capitolo

La pubblicità di Luigi’s Mansion. Il canale Iris del Digitale Terrestre. Il ranger rosso nella prima serie dei Power Ranger. Cos’hanno in comune tutte queste cose che sto elencando? Ma semplice: hanno tutti la voce di Luca Bottale, ossia colui che ha prestato la voce a Sly Cooper nei primi tre episodi della saga per PlayStation 2. Il doppiaggio mi affascina da sempre per la quasi assurda versatilità della voce di chi esercita questa professione: ed ecco che la stessa persona che dà la voce al procione ladro, è la stessa che anima Usop in One Piece, Kankuro in Naruto e Horo Horo di Shaman King. Lasciando da parte il mondo degli anime giapponesi, Bottale ha anche prestato la voce per videogiochi come Mass Effect 2, Harry Potter e la Camera dei Segreti e persino il nuovissimo Professor Layton vs. Phoenix Wright, di cui vi abbiamo proposto la nostra recensione poco tempo fa, dove doppia proprio l’avvocato dalla giacca blu e i capelli a punta. L’avevate riconosciuto?

Buona Pasqua!

Sì, Pasqua è tra pochi giorni. No, quello che sto per dirvi non c’entra in senso stretto con la festività: avrete già capito che voglio elencarvi qualcuno dei numerosissimi easter egg presenti all’interno dei giochi della serie di Sly Raccoon.

In Sly 2: La banda dei ladri troviamo qualche riferimento a Rocket: Robot on Wheels, il primissimo gioco mai prodotto da Sucker Punch per Nintendo 64, risalente al lontano 1999. Nel cimitero di una delle missioni sono infatti presenti alcune lapidi recanti la scritta “R.I.P. Rocket”, mentre Rocket e Jojo, personaggi del suddetto gioco, appaiono nella stessa missione se si utilizza il Binocucom e si ruota la visuale in una determinata posizione.

Sly 3: L’onore dei ladri contiene invece una scena che si rifà simpaticamente a Star Wars: durante la scena in cui Murray racconta il suo addestramento da parte del Guru, una delle immagini sullo sfondo lo mostra portare sulle spalle il proprio maestro, proprio come fa Luke mentre viene addestrato dal maestro Yoda.

La medaglia d’oro in quanto a easter eggs spetta però all’ultimo episodio della serie, ovvero Sly Cooper: Ladri nel Tempo. Oltre ad ancora Star Wars, contiene infatti riferimenti ad alcune delle più famose serie tv e produzioni cinematografiche degli ultimi tempi. Ve ne cito solo alcuni, perché tutti sarebbe impensabile: quando ad esempio, durante una missione, Salim deve infiltrarsi in un negozio di tappeti, vedendo il pavimento coperto di cobra reagisce quasi parafrasando il famoso «Serpenti. Proprio i serpenti dovevo trovarci.» di Indiana Jones in I predatori dell’arca perduta. Ancora, alcuni dei costumi ottenibili da Sly prendono spunto da Robin Hood e Batman, mentre l’alter ego di Bentley per i minigame lo vede simile ad una Tartaruga Ninja. Fate attenzione anche ai dolci, se giocate: potreste trovare una torta assurdamente simile a quella di Portal.

Il grande schermo

Pochi, nel mondo dei videogiochi, sanno guadagnarsi fama e rispetto tale da essere trasformati in un film. Sly Cooper è uno dei pochi che ce l’ha fatta: il lungometraggio ispirato alle sue avventure uscirà al cinema nel 2016. La pellicola, la cui produzione è compito di Blockade Entertainment e Rainmaker Entertainment, mentre la sceneggiatura e la regia saranno di Kevin Munroe, vedrà Sly ripercorrere un antico segreto di famiglia: sempre in compagnia dei suoi fidati Bentley e Murray, il ladro-procione si troverà a dare la caccia ai frammenti di un vecchio libro appartenente al suo clan, sparsi in tutto il mondo. Ma, come saprete se ci seguite sempre, vi abbiamo già parlato tempo fa di questo progetto: per altre informazioni e per il trailer di lancio vi rimando al nostro articolo.

Bene: anche questo mese siamo giunti al termine della carrellata dei cinque fatti inutili. Il ladro gentiluomo più peloso delle console non ha più segreti per voi? Oppure ne conoscete altri?