Che mondo sarebbe senza donne?  Un mondo assolutamente impossibile, penso io. Ma se lo è chiesto anche un giovane del Colorado, tale Austin Jorgensen. La sua risposta è stata LISA: un RPG a scorrimento laterale ambientato in un luogo deserto e apocalittico (denominato per l’appunto LISA) in cui le donne sono praticamente introvabili.

Lisa è un universo duro, ostile, triste e violento. E’ un luogo pieno di droga e dove il degrado dell’intelligenza umana ha preso il sopravvento. Il motivo, come vi ho detto, è solo uno: il sesso femminile è completamente assente.

A detta dell’autore, LISA è un gioco di sopravvivenza, di sacrifici e di… pervertiti.

Una grande enfasi viene posta sul potere decisionale offerto al giocatore. Jorgensen afferma a riguardo: “Odio giocare una partita sapendo che se faccio una scelta, questa deve essere “sicura”, e mi condurrà certamente al bel finale. Le scelte che fate in LISA cambieranno veramente i meccanismi di base del gioco, non solo in modo superficiale. Voglio che il giocatore compia davvero dei sacrifici che siano in grado di influenzare il nucleo interno dell’esperienza di gioco.”

Alcuni esempi di questi sacrifici? Scambiare soldi, oggetti duramente guadagnati o addirittura parti del proprio corpo in cambio della sicurezza dei compagni di squadra. Oppure rivelare posizioni di città al nemico a scopo di lucro, permettendogli di saccheggiare tutte le risorse altrui.

L’elemento del sacrificio svolge quindi un ruolo chiave nella sopravvivenza stessa del giocatore. Jorgensen non intende mantenere le nostre barre stamina sempre piene, come spesso avviene in molti giochi. Per sopravvivere dovremo essere egoisti ed assertivi.
Scopriremo a nostre spese che fare la cosa giusta, non è sempre la cosa giusta per il nostro progresso: dovremo valutare bene chi uccidere e in chi riporre invece la nostra fiducia.

LisaThePainful_indieIl cast di personaggi sarà ampio e variegato: LISA sarà popolato di esseri soprannaturali, tipi strani, mostri o persone semplicemente stupide e depravate. Ogni personaggio di Lisa avrà un proprio carattere individuale, per cui non ci troveremo a combattere gli stessi nemici più e più volte, e gli incontri saranno sempre unici e diversi.
La maggior parte dei nemici cercherà di tenderci delle imboscate, mentre altri potranno essere battuti e superati semplicemente con l’intelligenza. Magari, basterà portarlo a discutere fuori offrendogli una sigaretta.

Il gioco è stato finanziato con successo su Kickstarter e dovrebbe uscire a Maggio, solo per PC.
Che ne dite, vi ha incuriosito?