Che la schiavitù sia stata una piaga mondiale nel corso dei secoli non è certo una novità. Che però fosse un problema su tutti i pianeti del nostro Sistema Solare, beh, questa è decisamente una cosa che nessuno sapeva.

Giuro, non sono impazzita dal caldo. Sto parlando piuttosto di Slave Driver, l’inusuale titolo indie in cantiere negli studi della software house Irony Interactive. Il contesto in cui il gioco immerge chi gli sta di fronte è quello di una guerra interplanetaria, combattuta su ben nove fronti – Mercurio, Venere, la Terra, Marte, Saturno, Giove, Nettuno, Urano e anche Plutone – e lo scopo del gioco è, piuttosto ovviamente, vincere il conflitto. A combattere saranno i proprietari di alcune miniere sparse per lo spazio, o meglio i loro contingenti di schiavi: lasciando a loro il lavoro sporco, nei panni degli uomini d’affari noi dovremo preoccuparci “solo” di gestire i nostri uomini, di trattare diplomaticamente e di mandare avanti la miniera.

Il titolo si preannuncia senza dubbio interessante e controverso, dato che la tematica principale è quella della schiavitù e dello sfruttamento. C’è solo un problema: non può ancora essere realtà. Per l’esattezza, tra noi e il gioco ci sono 15,000$ che la software house sta cercando di ottenere con una campagna di crowdfunding lanciata su Kickstarter; per incentivare le donazioni, Irony Interactive promette diverse ricompense in base all’importo elargito per la causa: dal semplice ringraziamento nei titoli di coda alla limited edition del gioco ultimato.

Di seguito trovate il trailer del progetto, mentre, se vi interessa saperne di più e magari contribuire alle spese di realizzazione, questa è la pagina di Kickstarter dedicata a Slave Driver.