Se pensavate che ci saremmo fermate alla sola versione portatile di questo fantastico picchiaduro di casa Nintendo, sbagliavate di grosso: Super Smash Bros. è tornato su Wii U ed è già possibile unirsi alla mischia dal 28 novembre 2014.

 LEGGI ANCHE: Super Smash Bros. per 3DS – Recensione in 5 parole

La versione Wii U avrà saputo stupirci ancora di più di quella per console portatile? Lo scopriremo subito, con le nostre consuete 5 parole.

Mischia

Il “portale” iniziale di Smash Bros. for Wii U ci scaraventa davanti ad una miriade di modalità differenti che si traducono in un “non mi stuferò mai di giocarci”.

Dalla prima schermata, è possibile accedere alle voci “Mischia”, “Online”, “Mischia da Tavolo”, “Giochi e Altro” e “Vetrina”, le quali portano ad un’altra vasta gamma di possibilità di gioco tra cui poter scegliere. Assoluta novità per la serie è la “Mischia a 8” nella quale possono sfidarsi contemporaneamente fino a 8 giocatori in una lotta fino all’ultimo stock.

Continuando sulla scia delle novità ecco che fa la sua prima comparsa anche la “Mischia da Tavolo” – che ricorda un po’ le meccaniche dei vari Mario Party – con la quale dovremo, dopo aver lanciato un dado, muoverci per le varie caselle di un tabellone raccogliendo quanti più personaggi, equipaggiamenti ed oggetti riusciremo ad accumulare in vista del devastante scontro finale con gli altri giocatori. Finire sulla stessa casella di un altro giocatore significa far partire una mischia prima del previsto, con il rischio – in caso di sconfitta – di perdere tutto ciò che si è guadagnato fino a quel momento.

Accedendo alla voce “Giochi e Altro”, abbiamo ancora tante altre possibilità: possiamo scegliere se giocare in Singolo o in Gruppo, se guardare dentro il nostro Forziere dove sono contenute tutte le musiche, i video, i trofei e i replay di gioco salvati, se editare i propri lottatori Mii o se creare un nuovo scenario. Giocando in Singolo o in Gruppo, abbiamo a disposizione le modalità Classica, Eventi, All-Stars e Stadio, oltre che le Richieste Master e le Richieste Crazy nelle quali Master Hand e Crazy Hand ci sfideranno in due diverse ulteriori modalità di gioco.

Screen Super Smash Bros Wii U

La modalità Classica ci propone di “scommettere” i nostri gettoni di gioco alzando o diminuendo la difficoltà con un sistema molto simile a quello già visto in Kid Icarus Uprising per poi permetterci di lanciarci in diverse sfide contro tutti i personaggi di gioco e giungere alla Destinazione Finale, dove il nostro scopo sarà quello di eliminare Master Hand e Crazy Hand ed ottenere la tanto agognata ricompensa.

Gli Eventi ci portano ad affrontare tante simpatiche sfide differenti con tematiche ben delineate e che, a tratti, diventano anche piuttosto ostiche: vi assicuro che evitare di lanciare fuori Peach in una mischia a 8 mentre menate le mani nel marasma più totale utilizzando Bowser non è per niente semplice.

La modalità All-Stars è invece presente sin dal capitolo che uscì per GameCube – Super Smash Bros. Melee – e di certo non sfigura paragonandola alle precedenti: qui è necessario battere tutti i personaggi del gioco suddivisi per gruppi in base alle annate nelle quali hanno fatto il loro ingresso nel mondo dei videogames, in ordine decrescente (dal 2013 al 1980).

Infine, la modalità Stadio ci propone altre tre differenti sotto-categorie: le gare di Home-Run nelle quali bisogna lanciare il povero sacco da allenamento il più lontano possibile con una mazza da baseball, la Scoppia-bersagli in cui è necessario colpire tutti i bersagli all’interno di una mappa di gioco entro il tempo limite e la Mischia Multipla nella quale sono disponibili altre 6 mini-sfide: Mischia contro 10, Mischia contro 100, Mischia di 3 minuti, Mischia tra rivali, Mischia Infinita e Mischia Spietata. Se scegliete quest’ultima, preparatevi a molti, moltissimi fallimenti…

Insomma, la quantità di modalità presenti nella versione Wii U di Super Smash Bros. è davvero mastodontica, ed ogni modalità di gioco, dalla prima all’ultima, risulta estremamente divertenti.

Online

Con l’uscita del gioco nei negozi, è stato anche rilasciato un aggiornamento per sbloccare la modalità online e partecipare così a mischie contro i giocatori di Smash di tutto il mondo. Il gioco raggiunge dunque la versione 1.0.1 e l’esperienza online è – come ci si può sempre aspettare da Nintendo – ineccepibile: vuoi per la novità, vuoi per l’enorme quantità di giocatori online, ma i tempi di attesa per il matchmaking sono rapidissimi e gli scontri sono incredibilmente fluidi e privi di lag. Quest’ultimo è un fattore essenziale in un gioco come Smash Bros. poiché il tempismo nell’eseguire le mosse è cruciale: anche il più piccolo secondo di ritardo video potrebbe causare la vostra dipartita e prenderla con filosofia in uno scontro online è parecchio difficile!

Insieme allo sblocco della modalità Online, arriva anche su Wii U la modalità online Campagna: come su 3DS, questa modalità vede scontrarsi 3 squadre, ognuna rappresentata da un singolo personaggio. Il giocatore può decidere con quale squadra (e quindi con quale personaggio) prendere parte alla mischia e ad ogni vittoria far guadagnare punti a quel personaggio. Al termine della campagna, se il personaggio che si è giocato maggiormente possiederà più punti degli altri due, il giocatore otterrà dei Gettoni di gioco e degli oggetti opzionali da utilizzare in-game.

Amiibo

Super Smash Bros Amiibo

Assieme a Super Smash Bros. for Wii U, è stato rilasciato anche il primo set di Amiibo, le action figure NFC prodotte da Nintendo e che tanto hanno fatto parlare di sé in passato.

LEGGI ANCHE: Gli Amiibo salveranno Nintendo?

Nonostante Hyrule Warriors sia stato abilitato già dal giorno prima dell’uscita di Smash Bros. a supportare gli Amiibo, Super Smash Bros. for Wii U rimane comunque il primo gioco in assoluto a sfruttare un massiccio utilizzo delle speciali statuine.

Nella sezione “Giochi e Altro” troviamo infatti anche la voce “Amiibo”, nel quale menù sarà possibile attivare la propria statuina, darle un nickname, sceglierne il look in-game cambiando il costume del personaggio e potenziarla a piacere dandole in pasto gli equipaggiamenti che abbiamo ottenuto giocando le varie modalità disponibili e cambiandone le mosse speciali. In questo modo, è possibile livellare l’Amiibo aumentandone i valori di attacco, difesa e velocità: in ogni caso il nostro Amiibo sarà sempre più forte di un lottatore base scelto tra il roster dei personaggi di gioco.

Per terminare la procedura, dovremo avvicinare ancora una volta l’Amiibo al lettore NFC del Wii U GamePad e mantenerlo per qualche istante affinché i dati vengano trasferiti all’interno della stautina: da questo momento potrete anche portare il vostro Amiibo a casa di un amico e, avvicinandolo al suo GamePad, utilizzare il vostro personaggio per giocare in multiplayer sulla sua console.

Collezionabili

Anche nella versione per Wii U di Smash Bros. è possibile trovare una quantità incredibile di sbloccabili: oltre al roster originale, avremo la possibilità di ottenere altri 8 personaggi, rispettando delle condizioni di gioco ben precise. I personaggi che è possibile sbloccare sono Falco, Wario, Lucina, Pit Oscuro, Dr. Mario, R.O.B., Mr. Game&Watch e Duck Hunt. Ognuno di loro può essere ottenuto esaudendo una delle due possibili richieste di sblocco.

Oltre ai personaggi, è possibile sbloccare fino a 6 stage aggiuntivi, anch’essi esaudendo una richiesta ben specifica.

Ma i collezionabili non finiscono qui: la fetta più grossa della torta è ancora rappresentata dai trofei la cui quantità è semplicemente indefinibile. Per riuscire ad ottenerli tutti saranno necessarie ore ed ore di gioco ed all’interno del Forziere è anche disponibile una sorta di negozio virtuale nel quale poter comprare i trofei che ci mancano pagandoli a peso di gettoni d’oro.

Controller-mania

Nintendo ha voluto fare le cose in grande anche per quanto riguarda i sistemi di controllo: per la versione Wii U infatti sarà possibile utilizzare fino a 7 tipi di controller differenti.

Il primo è, ovviamente, il Wii U GamePad che potrà anche essere utilizzato in single player con la tipica funzione di schermo. Si passa poi al solo Wiimote (con o senza Plus) utilizzato in orizzontale al quale è possibile in alternativa aggiungere il Nunchuck, il Controller Tradizionale o il Controller Tradizionale Pro.

Per un’esperienza più tecnica invece è possibile giocare con il Wii U Pro Controller mentre per i nostalgici e per tutti coloro che giocano competitivamente è estremamente consigliato l’utilizzo del GameCube Controller.

A tal proposito, Nintendo ha ancora una volta pensato anche ai fan più esigenti: insieme alla versione standard del gioco, è stata lanciata sul mercato anche una versione bundle comprendente il GameCube Adapter per Wii U, che si collega via USB alle porte del Wii U e dà la possibilità di collegare fino a quattro controller GameCube contemporaneamente, per un’esperienza di gioco un po’ più vintage. Sono stati lanciati sul mercato anche dei controller GameCube riportanti il logo del brand Super Smash Bros., un vero e proprio oggetto da collezione ed esempio eccellente di come unire l’utile al dilettevole.

Infine, come ultima ma non meno importante risorsa, vi è la possibilità di collegare fino a 7 dispositivi tra Nintendo 3DS e 2DS attraverso l’apposita sezione all’interno del gioco Super Smash Bros. for 3DS ed utilizzarli come dei veri e propri controller. Resta sott’inteso che è necessario possedere una copia del gioco per ogni console portatile per poter usufruire del numero totale di 3DS collegabili simultaneamente.

Insomma, questo nuovo capitolo ha mantenuto alta la reputazione dei picchiaduro targati Nintendo: se stavate aspettando una valida occasione per comprare un Wii U, è arrivato il momento di farvi un bel regalo di Natale.

 Se sei interessato a questo prodotto e vuoi sostenerci acquista qui