15 anni, 2 publisher (prima Activision e poi SEGA), 9 giochi, 3 diversi motori grafici. Di cosa sto parlando? Di Total War, la fortunata serie sviluppata da Creative Assembly e che ora si prepara ad accogliere un nuovo membro della famiglia, Total War: Warhammer

Ma come sarà questo promettente mix tra il famoso franchise dello studio inglese e l’apprezzato miniature wargame di Games Workshop?

Per scoprirlo sono andata ad assistere ad una breve presentazione tenutasi in una remota stanza del Convention Center di Los Angeles dove gli sviluppatori hanno mostrato una demo di circa 15 minuti che vedeva contrapporsi l’Impero e i Pelleverde. Una dimostrazione insufficiente per giudicare il titolo visto che i ragazzi di Creative Assembly hanno deciso di lasciare all’intelligenza artificiale l’arduo compito di comandare i due eserciti, ma che ha messo in evidenzia il grande sforzo tecnico del team. GamesPrincess_E32015_TotalWar_Warhammer_armamenti

La demo ci ha quindi permesso di osservare i dettagli che contraddistinguono i vari personaggi, con un’attenzione ai particolari quasi maniacale. Impossibile poi non notare la cura con cui le due armate sono state differenziate, tanto nello stile di combattimento quando nei mezzi a disposizione; se infatti l’Impero sfrutta maggiormente le macchine da guerra e gli spellcaster, dall’altro troviamo un’agguerrita fanteria e catapulte rudimentali che vedono orchi alati scagliarsi sui soldati avversari.

Il risultato visivo è indubbiamente d’impatto, con scontri che ricordano a tratti epiche battaglie cinematografiche dallo stampo fantasy (qualcuno ha detto Il Signore degli Anelli?) e che non potranno lasciarvi indifferenti.

La brutta notizia? Per giocarci su PC dovremo attendere il 2016.

Se sei interessato a questo prodotto acquista qui