Dopo 7 anni passati a rincorrere la concorrenza, Pro Evolution Soccer 2016 sembra finalmente pronto a combattere ad armi pari. Per celebrare il ventesimo anniversario della serie infatti Konami ha finalmente deciso di tornare alla carica sfoderando diverse migliorie che sembrano voler riportare in auge il famoso titolo calcistico, titolo che ho provato durante la Gamescom 2015 mettendo le mani sulla demo che dovrebbe uscire su console nei prossimi giorni.

Sette le squadre a disposizione nella build di Colonia (Bayern Monaco, Juventus, Roma, Corinthians, Palmeiras e le nazionali brasiliana e francese), poche se confrontate con il numero totale di team previsti per il gioco completo ma comunque più che sufficienti per cogliere le novità di PES 2016.

Si parte quindi dalla fisica, con impatti finalmente più realistici e una palla che risulta finalmente un’entità separata rispetto al giocatore, capace di seguire le più banali leggi scientifiche mixandole con una certa dose di imprevedibilità. Notevole poi il lavoro fatto sulle animazioni, duplicate (se non triplicate) rispetto al capitolo precedente e finalmente in grado di rendere l’azione un po’ più spettacolare; da non trascurare anche l’introduzione del clima dinamico, con condizioni meteorologiche che cambiano nel corso della partita mettendo alla prova la nostra capacità di adattamento alle più disparate situazioni.

PES 2016 anteprima

Qualche miglioramento lo troviamo anche in difesa, con una squadra pronta a comportarsi come la sua controparte reale per riuscire a fermare gli anniversari. Pecca invece ancora un po’ l’intelligenza artificiale dei portieri, ancora lontani dalla naturalezza raggiunta in FIFA e geneticamente incapaci di trattenere il pallone anche quando sarebbe molto più semplice che respingerlo.

Nel complesso però Pro Evolution Soccer sembra davvero agguerrito, complici anche le sudatissime licenze – compresa quella di Euro 2016 -, l’ottimo lavoro svolto dagli artisti per ricreare i giocatori e il nuovo Fox Engine che pare comportarsi più che discretamente.

Non ci resta che attendere settembre per sapere chi sarà il vincitore tra i due colossi della simulazione calcistica.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here