Nel lontano 2003 Nadeo lanciò TrackMania, un racing game che si differenziava dalla concorrenza grazie a due caratteristiche principali: l’immediatezza e la possibilità di costruire i propri circuiti. Queste caratteristiche, che hanno reso il gioco uno dei titoli arcade più amati dai PC gamer, le ritroviamo oggi in TrackMania Turbo, il primo vero capitolo della serie a sbarcare su console.

Trials & Errors

I primi minuti con TMT vi sorprenderanno. I controlli infatti sono ridotti al minimo: levetta destra per accelerare, levetta sinistra per frenare e analogico (o croce direzionale) per curvare. In pochi secondi acquisterete familiarità con il gioco, ma non fatevi ingannare: TrackMania Turbo è incredibilmente difficile da padroneggiare.

Per scoprire quanto possa essere punitivo questo titolo dovrete avventurarvi nella modalità Campaign, una classica campagna che mette a vostra disposizione ben 200 circuiti. Questi tracciati sono divisi in 4 categorie: Canyon Grand Drift, Valley Down & Dirty, Lagoon Rollercoaster e International Stadium. Ogni categoria corrisponde ad un’auto differente e ad uno stile di guida diverso, ispirati a loro volta ad alcune delle più grandi gare automobilistiche del mondo; Canyon ad esempio prende palesemente spunto dalla NASCAR con le sue curve e le sue piste polverose, Valley invece è quanto di più simile troverete al caro vecchio rally, con lunghi tratti di sterrato che vi faranno perdere il controllo della macchina ma anche e soprattutto la pazienza, mentre Stadium si rifà alla Formula 1, con auto basse e circuiti moderni. Lagoon dal canto suo è lontano da tutto ciò che conosciamo e si distingue principalmente per un elemento: i giri della morte; questa categoria è una sorta di montagna russa motoristica dove spesso e volentieri vi ritroverete a testa in giù e dove l’unica cosa che si contrappone tra voi e la gravità è la strabiliante velocità.

GamesPrincess_TrackManiaTurbo_campagna

Ricapitolando: 200 circuiti, 4 categorie e 5 livelli di difficoltà (White, Green, Blue, Red e Black). Un rapido calcolo vi permetterà di dedurre che i tracciati sono divisi in 20 gruppi da 10; per sbloccare le serie successive dovrete vincere il numero di medaglie richiesto, medaglie che vi verranno assegnate in base ai tempi che farete sulle – fortunatamente brevi – piste.  Che significa? Che, ad esempio, per sperimentare la combinazione Green Series – Canyon Grand Drift dovrete aver accumulato 40 medaglie di bronzo, mentre per quella Black Series – Stadium vi serviranno 190 ori.

Credetemi: riuscirà a terminare la campagna sarà un’impresa estremamente complessa ricca di rage quit, imprecazioni e preghiere ad ogni dio dell’Olimpo.

Fortunatamente a distrarci dalla complessità della campagna ci pensano le modalità Multiplayer e Online. Quest’ultima è dedicata a coloro che vogliono scontrarsi con i giocatori di tutto il mondo nel tentativo di realizzare il tempo migliore, ma il vero fiore all’occhiello è indubbiamente il multigiocatore locale che promette ore e ore di divertimento in compagnia degli amici. All’interno del Multiplayer troverete tre modalità differenti, Hotseat, Arcade e Split Screen, che vi consentiranno di giocare sui circuiti ufficiali della campagna, su quelli creati da voi o con le piste generate casualmente dal gioco. Arcade è la modalità che vi permette di giocare uno dopo l’altro con un solo controller nel tentativo di realizzare il punteggio più basso ed entrare nella top 10, mentre Split Screen permette di condividere lo schermo e contempla un massimo di 4 giocatori. Se siete insieme ad un folto gruppo di amici vi consiglio invece Hotseat, che prevede fino a 16 giocatori divisi in due squadre; una volta che uno di voi stabilirà il miglior tempo, agli altri spetterà l’arduo compito di spodestarlo.

GamesPrincess_TrackManiaTurbo_multiplayer

Ci sono infine 4 modalità segrete sbloccabili all’interno del Multiplayer:
Monoscreen, che usa un unica camera così da privarvi dei classici punti di riferimento;
Bonus, acquisibili ai checkpoint e pensati per penalizzare gli avversari;ù
Smash, dove il vostro compito sarà devastare l’acceleratore per andare più forte possibile;
Stunt, per darvi alle acrobazie.

Insomma, in TrackMania ce n’è davvero per tutti i gusti.

Ingegneri della velocità

Non siete soddisfatti dai circuiti presenti nel gioco? Pensate di poter far di meglio? Allora non vi resta che lanciarvi nella modalità Trackbuiler.

TrackMania Turbo vi mette infatti a disposizione un potente editor che consente ad ogni giocatore di sbizzarrirsi e creare percorsi sempre nuovi ed entusiasmanti. Per farlo non dovrete avere nessuna conoscenza pregressa e non dovrete impazzire nel tentativo di imparare a padroneggiare i vari comandi. Nadeo ha intelligentemente previsto diversi livelli di complessità per l’editor, il che significa che, se siete alle prime armi e non avete mai creato una pista in vita vostra, potrete optare per la modalità Principiante, mentre i più esperti potranno puntare alla versione avanzata dell’editor che garantisce un controllo maniacale su ogni singola parte del circuito.

GamesPrincess_TrackManiaTurbo_Trackbuler

La vostra creazione potrà essere provata in ogni momento, in modo da capire cosa funziona e cosa invece è da scartare; un ottimo modo ad esempio per realizzare come i tratti Turbo prima di una curva a gomito siano assolutamente una cattiva idea. Una volta terminato il circuito non vi resterà che validarlo realizzando il tempo migliore possibile e poi condividerlo con il resto del mondo.

Avete notato qualche piccolo difetto dopo la convalida? Niente paura, potrete recarvi nella sezione Gestisci i miei tracciati per effettuare nuove modifiche e rimediare ai vostri errori.

Ancora una, mamma!

GamesPrincess_TrackManiaTurbo_recensione

L’incipit di questa recensione parlava di due fattori: la possibilità di diventare “ingegneri della velocità” con il trackbuiler e l’immediatezza, che a mio avviso riguarda in primis la semplicità dei comandi. Eppure c’è un’altra piccola sfaccettatura da considerare, piccola ma capace di tenervi incollati al gioco per ore. TrackMania Turbo non è immediato solo perché bastano 20 secondi con il controller per capire come funziona, ma perché ha deciso di offrire ai giocatori percorsi che nella maggior parte dei casi prevedono di andare da un punto A ad un punto B in meno di un minuto. Insomma, le gare di TMT durano davvero pochi istanti, il che rende il gioco perfetto sia in solitaria, visto che potete dedicargli anche 10 minuti di tempo sperimentando più gare, sia in compagnia, così attendere il vostro turno non sarà incommensurabilmente noioso.

Velocità su tutti i fronti e contenuti a non finire: la formula ideata da Nadeo è sicuramente vincente.

TrackMania è quindi uno di quei giochi da “ancora una partita e poi giuro che vado a dormire“, un titolo potenzialmente mordi e fuggi ma così frenetico da farvi perdere la cognizione del tempo. Se amate i racing game e volete qualcosa di estremamente social, non potete proprio farvelo scappare.

Se sei interessato a questo prodotto acquista qui

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here