Dopo poco più di anno dalla pubblicazione dall’ultimo episodio, HAL Laboratory ritorna sul campo con un nuovo capitolo dedicato alla tanto amata pallina rosa e gommosa, presentando al pubblico il nuovo Kirby Planet Robobot.

Approdato su console portatile, il platform di casa Nintendo si è mostrato estremamente lineare ed aderente ai classici punti saldi della saga, sfornando però all’occorrenza qualche nuova perla per movimentare e variare la narrazione. Quest’oggi vogliamo raccontarvelo con le nostre classiche 5 parole.

Incursione (robotica)

La vita scorre tranquilla nella colorata Dream Land e il nostro ozioso amico rosa è intento a godersi un lungo riposo. Ma la pace e la quiete non sono destinate a durare a causa di un’imminente, quanto globale, invasione meccanica che riduce, in poco tempo, il colorato pianeta in un terreno devastato da strutture meccaniche e robot spietati. La minaccia risulta talmente evidente che perfino le due nemesi, King Dedede e MetaKnight, decidono di intervenire, senza, purtroppo, alcun risultato. Artefice della violenta incursione è una potente multinazionale robotica che mira a conquistare il pianeta, eliminando la presenza dei suoi nativi per un ritorno ad un equilibrio meccanica-natura.

GamesPrincess_KirbyPlanetRobobot

Toccherà quindi al nostro Kirby risolvere la situazione, scoprendo quale entità si cela dietro queste direttive e fermando la tremenda minaccia. Un inizio piuttosto comune che si ricollega ad altri titoli già presenti nella saga, ma che ci introduce, senza troppi giri di parole, alle sequenze di gioco vere e proprie, caratterizzate dalla selezione dei mondi e dei livelli da giocare. Il titolo presenta, inoltre, altre due modalità esterne alla storia: Sfida 3D Kirby, una sorta di sparatutto con ondate di nemici sequenziali, e Squadra Kirby in Azione, che permette ai giocatori di sfidare alcuni dei boss più iconici della saga.

Mecha

A caratterizzare la trama di questo nuovo capitolo è soprattutto l’introduzione dei mecha, esoscheletri utilizzabili dal nostro protagonista per risolvere alcuni livelli e distruggere potenti nemici. Una volta preso possesso del mecha, Kirby potrà utilizzarlo per sollevare o distruggere oggetti, azionare meccanismi e sconfiggere nemici. Caratteristica fondamentali di questi robottoni è la perfetta complementarità con il nostro protagonista: i mecha, infatti, saranno in grado, proprio come Kirby, di aspirare e copiare il genoma dei nemici, trasformandosi ed implementando le caratteristiche dei nostri avversari. Potremo quindi avere robot sputa fuoco, robot capaci di volare, robot dotati di elevate scariche elettriche e tanti altri ancora.

GamesPrincess_KirbyPlanetRobobot

Interessanti, a nostro parere, sono, inoltre, i livelli in cui è richiesta una perfetta collaborazione tra la sessione di gioco normale e quella in cui si utilizza il mecha, al fine di risolvere i puzzle presenti all’interno. Slittando da uno scorrimento in primo piano ed uno in secondo piano, infatti, il giocatore dovrà essere attento ad intuire i momenti più idonei in cui utilizzare o meno l’aiuto meccanico e quelli, invece, più adatti alla classica pallina rosa.

Se i mecha poi sono la vostra passione sappiate che è possibile decorarli come preferite, grazie agli adesivi che collezioneremo durante il corso dei livelli.

Arcobaleno

GamesPrincess_KirbyPlanetRobobotCaratteristica che sicuramente salterà all’occhio a chiunque prenda in mano la console ed inizi a giocare è sicuramente la molteplice e variegata palette di colori presente nel titolo. Ogni mondo, infatti, non è esente da un’esplosione di colori e sfumature, tutte perfettamente in tema. Tale caratteristica non è comunque nuova alla serie, che ha fatto dei colori e dell’arcobaleno il suo punto cardine.

Eppure, stavolta, notiamo una sorta di upgrade in questa caratteristica tanto iconica. La varietà di colori si unisce, infatti, ad un estrema varietà di livelli e, soprattutto, ad un’originalissima scelta dei landscape. Il nostro eroe esplorerà i livelli e i mondi più disparati: attraverserà metropoli trafficate, caratterizzate dall’alternanza di automobili che sfrecciano proprio davanti a noi, città notturne con chiari ispirazioni a Las Vegas, dove l’ambiente è costituito da elementi del gioco d’azzardo, roulette, carte da Poker ed altro ancora, livelli in cui sfreccerà all’interno di un velivolo e perfino un vero e proprio mondo digitalizzato. 

Un design, dunque, estremamente curato e variopinto che non annoia il giocatore ma, anzi, lo porta ancora di più ad esplorare il livello e a tenere alta la sua attenzione.

Elementare

A controbilanciare, però, quasi eccessivamente, questa splendida varietà degli scenari è l’estrema facilità con cui il giocatore riesce a destreggiarsi tra i vari mondi. A conti fatti, non c’è realmente un livello che sia particolarmente difficile da superare o puzzle così astrusi da risolvere, cosa che rende il titolo anche piuttosto esiguo. Basteranno, infatti, una decina di ore per finire in tutta tranquillità la trama principale del gioco.

GamesPrincess_KirbyPlanetRobobot

Perfino le boss fight non si presentano così complicate e la maggior parte di esse possono essere risolte con un solo tentativo. Nota di merito va comunque alla caratterizzazione dei boss, ben riuscita ed interessante nella scelta.

L’estrema facilità del titolo rende, dunque, l’esperienza di gioco gradevole ma non abbastanza immersiva, un buon passatempo per chi cerca un gioco momentaneo ma niente di più. I giocatori più piccoli potranno trovare un buon alleato e magari godere di qualche difficoltà in più, ma in generale il titolo non si presta per presentare particolari complessità.

Universale

Varietà degli elementi e facilità di gioco rendono il titolo universale, adatto sia ai giocatori neofiti e più piccoli, sia ai più esperti e amanti della serie.

La semplicità della trama, l’intuitività dei puzzle e l’estrema molteplicità delle trasformazioni del protagonista rendono questo episodio della saga un gioco malleabile e gestibile a qualsiasi età e da qualsiasi “tipologia” di giocatori.

GamesPrincess_KirbyPlanetRobobot

Kirby Planet Robobot è dunque un titolo che potremmo definire “mordi e fuggi“, un piacevole passatempo da portare durante lunghe sessioni di viaggio, grazie anche alla distribuzione su console mobile, o un titolo di intermezzo tra un gioco più “impegnato” e l’altro.

Vi ricordo infine che Kirby Planet Robobot sarà disponibile dal 10 giugno su Nintendo 3DS.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here