Ve lo dico subito: siamo a Liverpool e non Italia. Sony ha scelto di sposorizzare il bootcamp che si tiene annualmente nella città inglese e che coinvolge le ragazze tra gli 11 e i 14 anni che da grandi puntano a lavorare nel mondo dei videogiochi e della tecnologia.

Organizzato dal Liverpool Girl Geeks, il corso – della durata di sei settimane – dovrebbe poter ospitare 400 partecipanti, molte più di quelle presenti lo scorso anno ma ancora poche considerando l’elevatissimo numero di richieste ricevute.

C’è disequilibrato nel settore della tecnologia quando si parla di genere – ha dichiarato Michelle Tilley, Senior Release Manager di Sony – Dobbiamo fare qualcosa ora per assicurare un futuro in cui l’industria sia più equa ed inclusiva. L’industria dei videogiochi in particolare è un settore meraviglioso in cui lavorare per cui dovremmo attivamente incoraggiare le giovani donne a diventarne parte, inspirandole, sostenendole e mettendole nella condizioni di poter far avverare i propri sogni“.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here