L’Ombra di Mordor ha rappresentato nel 2014 una grande sorpresa. Il titolo, nato apparentemente come l’unione di meccaniche viste e riveste, si è rivelato essere in realtà un gioco sorprendente, dalle mille sfaccettature e basato sull’eccellente Sistema Nemesis.

Visto il successo e una trama che lasciava aperti alcuni interrogativi, era scontato l’annuncio di un seguito e, proprio durante lE3 2017, siamo riuscite a mettere le mani su La Terra di Mezzo: L’Ombra della Guerra. Le nostre impressioni? Assolutamente ottime.

La conquista delle fortezze

La Terra di Mezzo: L'Ombra della Guerra

Nella lunga demo provata sono riuscita a dare un’occhiata ad  una delle novità di questo secondo capitolo: la conquista delle fortezze. Il nostro obiettivo sarà infatti riprendere possesso delle terre di Mordor facendoci strada tra tanti orchi e comandanti.

Ovviamente tutto questo non lo possiamo fare da soli, ma in nostro aiuto avremo un vero proprio esercito di alleati che dovremo gestire, coordinare e potenziare, creando nel frattempo vere proprie alleanze e pianificando ogni attacco. Dovremo essere in grado di forgiare un esercito sempre più grande, per conquistare territori e difendere quelli già occupati.

Il ritorno del Sistema Nemesis

La Terra di Mezzo: L'Ombra della Guerra

Il rinnovato sistema di Nemisis sviluppato dai ragazzi di Monolith renderà tutto assolutamente dinamico. Man mano che andremo avanti il nostro esercito non sarà l’unico a crescere, ma parallelamente anche le personalità di alcuni luogotenenti potranno variare in base alle nostre scelte, provocando alleanze o accentuando gli scontri, modificando così l’andamento del gioco. Le battaglie saranno così sempre più complesse perché ogni azione cambierà in base al luogotenente finendo per tenerci costantemente sulle spine in attesa di sapere l’esito dello scontro.

La Terra di Mezzo: L'Ombra della Guerra

Ovviamente l’esercito non sarà l’unico modo di affrontare gli scontri. Ritroveremo infatti il tradizionale Free Floe System, che ricalca quello già visto nella serie Arkham di Batman, arricchito però da importanti novità.

Innanzitutto Celebrimbor (la nostra versione “spettrale”) sarà dotato anche, oltre che del consueto arco, anche di una micidiale ascia. Tallion, invece, potrà effettuare, una volta riempita la barra che troveremo in basso allo schermo, esecuzioni multiple. Ogni mossa sarà legata al nuovo sistema di apprendimento delle abilità del protagonista, sviluppato in rami all’interno dei quali potremo trovare poteri e nuove abilità che influenzeranno attivamente il nostro modo di combattere.

La Terra di Mezzo: L’Ombra della Guerra sembra essere quello che ogni secondo capitolo dovrebbe rappresentare: una naturale evoluzione del precedessore. Anche se ho riscontrato qualche pecca dal punto di vista grafico, non vedo l’ora di provare il gioco completo e vedere se sarà all’altezza delle aspettative.

Fortunatamente l’attesa non sarà lunga: il gioco sarà disponibile il 10 ottobre su PS4, Xbox One e PC.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here