È appena approdato il nuovo esclusivo prodotto di Volition e Deep Silver, Agents of Mayhem, uno sparatutto open-world in terza persona spin off della serie più celebre, Saints Row.

Irriverente, a tratti grottesco, colorato e irrefrenabile: sono questi gli ingredienti fondamentali del nuovo titolo tanto pensato e voluto da Volition. Vi spieghiamo perché secondo noi è un perfetto gioco “mordi e fuggi”.

“Agenti a rapporto!”

La nostra rocambolesca avventura si apre in una futuristica Seoul, capitanata da un gruppo di agenti – gli Agents of Mayhem, per l’appunto – arruolati per fronteggiare le nefandezze dell’oscura organizzazione Legion. Staccandosi per un momento dall’avventura principale di Saints Row, di cui il gioco condivide lo stesso universo narrativo, il nuovo titolo targato Deep Silver vuole porre tutta la nostra attenzione proprio sul gruppo di scellerati antieroi che potremo comandare.

Il ritmo così come tutto il mood del gioco saranno, infatti, scanditi da battute irriverenti e gag comiche, quasi per farci capire che questo titolo dev’essere preso così com’è: un’avventura divertente e rilassante, nulla di più. E sarà proprio la spensieratezza la chiave principale del gioco, un girare continuo in un mondo open-world sparando a destra e a manca o investendo poveri civili, con quel gusto di GTA che non guasta mai.

Parola d’ordine: personalizzazione

Se il mood frenetico e sfacciato caratterizza la trama, la chiave principale del gameplay è invece l’incredibile possibilità di personalizzazione, sia dei personaggi che delle battaglie stesse.

Nella nostra carrellata di agenti, potremo vestire i panni di ben 12 operatori, ognuno con il proprio ruolo (dal ninja al gangster, dall’arciere al ladro) e con la propria abilità speciale che si plasmerà allo stile di gioco del personaggio e alla sua arma caratteristica. Proprio per questo motivo ci ritroveremo in una moltitudine di battaglie, ognuna con un gusto diverso, scegliendo tra gli stili che più preferiamo e i ruoli che più ci divertono.

Nel nostro team potremo portare solamente tre eroi che potremo intercambiare in ogni momento, sia durante uno scontro che nelle normali sessioni di gioco. Ci ritroveremo quindi a preferire un personaggio piuttosto che un altro grazie alla sua potenza, alla sua maestria con un’arma o, ancora, grazie alla sua capacità di effettuare un salto in un modo piuttosto che in un altro. Da questo punto di vista, Agents of Mayhem non frenerà mai la nostra creatività e ci permetterà sempre di divertirci con mille e più combinazioni diverse.

Allo stesso tempo, se amiamo la personalizzazione, il titolo ci metterà in mano un sistema di sviluppo dei personaggi e dell’armamentario ben approfondito e complesso, che lascerà spazio alla nostra fantasia e alle nostre preferenze. Molto gradita anche la scala delle difficoltà, che potremo cambiare ogni volta che effettuiamo una missione per poter aumentare l’exp e il guadagno finale.

Un gioco “mordi e fuggi”

In definitiva Agents of Mayhem è un gioco che lascia poco spazio alla riflessione. Non avrete bisogno di una mira di precisione particolarmente elevata, né di momenti di pausa per riflettere sul da farsi. Il nuovo titolo di Volition è tutto fuorché questo. Sparare, sparare e ancora sparare. Il ritmo del gioco non vi lascerà momenti di stallo, ma un’azione sempre accesa e dinamica basata sulla mobilità e sulla prontezza.

E a condire il tutto saranno delle cut scene sempre comiche, divertenti, frenetiche come il gioco, spesso intervallate da scene in stile fumetto che spezzeranno il clima e vi ricorderanno sempre il mood del gioco.

Ecco perché Agents of Mayhem è un gioco “mordi e fuggi“, un titolo da giocare quando volete spezzare la monotonia, sfogarvi o rilassarvi. Un gioco che non ha bisogno di una particolare attenzione alla trama perché il suo scopo è quello di divertirvi, entusiasmarvi e strapparvi un sorriso, riuscendoci più che bene.

Agents of Mayhem è disponibile per PlayStation 4, Xbox One e PC. Voi lo acquisterete?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here