The Evil Within 2 sbarcherà su PC, Xbox One e PlayStation 4 il 13 ottobre portando con sé un intero nuovo mondo di orrori.

La nuova avventura firmata Tango Gameworks è ambientata a Union, una cittadina creata nello STEM usando una mente pura ed incontaminata come base: Lily, la figlia di Sebastian Castellanos. La scomparsa di Lily però farà precipitare Union nel caos e a Sebastian toccherà trovare la figlia e fuggire prima che sia troppo tardi.

A fare da sfondo alle sue avventure però non ci saranno però solo morte e smembramenti, ma anche immagini che ritraggono la cittadina nella sua versione originale, con gli edifici allineati, i ristoranti, la chiesa e tutto ciò che rendeva Union un posto idilliaco.

Qualcuno con forti tendenze psicopatiche sarebbe in grado di distorcere il mondo per perseguire i propri scopi e desideri – spiega John Johanas, Game Director – Perciò il Nucleo di questo mondo doveva essere un bambino innocente e la figlia di Sebastian si è dimostrata la candidata ideale.

The Evil Within 2

Ma cosa succede se persone con tendenze psicopatiche riescono ad entrare nello STEM? Semplice: tutto si trasforma, si arricchisce di nuove storie e di misteri ma soprattutto di terribili nemici e di eventi che manterranno alta la vostra attenzione.

Questi eventi forniscono al giocatore delle ricompense e gli permettono di scoprire qualcosa di più sull’ambiente circostante e su Union. Vi sono poi eventi come la casa del flashback in cui non troverete risorse, ma vi immergerete in situazioni alienanti esplorando la fragile psiche di Sebastian.

La casa del flashback è forse il mio evento preferito – dice Johanas. – È il punto esatto in cui abbiamo iniziato a sviluppare la meccanica del teletrasporto. Vedete due luoghi diversi alternarsi nel mondo di gioco mentre intorno a voi accadono cose incomprensibili e non riuscite a distinguere ciò che è reale da ciò che non lo è. Non sapete se siete davvero nel passato o in una realtà alternativa. Volevamo che l’esperienza fosse bizzarra e terrificante per il giocatore così come lo è per Sebastian. La casa del flashback è stata uno dei primi eventi sviluppati e ha stabilito il tono narrativo che abbiamo scelto per raccontare il trauma di Sebastian.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here