[appbox googleplay ]NAvevamo già incontrato i ragazzi di Tiny Bull Studio l’anno scorso (ne parlavamo proprio qui), ma gli ultimi 365 giorni hanno decisamente fatto sentire il loro peso. Stiamo parlando del nostro secondo incontro con Blind, l’indie in VR che anche quest’anno si è presentato in quel di Rho Fiera per mostrare tutte le migliorie apportate a questo titolo.

Sono ormai tre anni che i ragazzi di Torino lavorano al progetto, ma soprattutto quest’ultimo anno è stato decisivo, complice la maggior conoscenza della nuova tecnologia VR e di un team alle spalle davvero ampio. Parlando con Simone, game designer del team, scopriamo infatti che la demo presentata in questa edizione è decisamente diversa da quella della scorsa edizione.

La storia non è cambiata: si tratta di rivivere il dramma della protagonista e ripercorrere i suoi ricordi in seguito a un tragico incidente che le ha causato la perdita della vista. Ma la qualità dei contenuti e della grafica sono decisamente diversi.

Nella versione presentata all’evento, è stato possibile visitare meno stanze della casa in cui si ambienta il gioco, per rendere la versione di prova meno dispersiva e dare rilevanza alle migliorie grafiche, apportate soprattutto nella tridimensionalità. Le texture, anche a opera di Claudia Bonandrini, presente allo stand, sono molto migliorate, con l’aggiunta di oggetti e dettagli che rendono l’atmosfera molto più immersiva.

Una novità sul gioco riguarda anche i dialoghi, due dei quali verranno doppiati  nuovamente andando direttamente in Gran Bretagna, per rendere le voci ancora più verosimili e aumentare la qualità del prodotto. Tutto questo grande lavoro viene fatto nell’ottica di trasmettere al pubblico il messaggio profondo del gioco, le tematiche non convenzionali (il dramma familiare soprattutto, un filone già affrontato da Gone Home, ma qui reso in maniera ancora più profonda).

Un ulteriore riscontro sul gioco, che ha dimostrato di essere stato apprezzato finora, lo avranno anche a Paris Games Week e probabilmente a PlayStation Experience, entrambi verso fine 2017.

Ora Blind ha raggiunto la fase di “content complete” e il team si sta dedicando alla rifinitura dei dettagli per rendere il loro titolo davvero pronto al lancio. A proposito di questo, i ragazzi ritengono di poter mettere sul mercato Blind tra gennaio e febbraio 2018, per PlayStation 4 con PS VR e PC con Oculus Rift, HTC Vive e OS VR (ancora in forse).

Manca pochissimo quindi per avere tra le mani questa nuova esperienza VR italianissima. Non vediamo l’ora letteralmente di immergerci nell’avventura!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here