The Legend of Zelda Breath of the Wild Link GOTY 2017

Qualche ora fa si è conclusa l’ultima edizione dei The Game Awards, evento dedicato ai migliori giochi dell’anno e a quelli che ci terranno compagnia nel corso del 2018.

Durante la cerimonia, infatti, non sono stati solo decretati i giochi più meritevoli del 2017 – attraverso una giuria composta da ben 51 membri – ma abbiamo anche assistito al reveal di grandi novità per l’industria videoludica, con annunci di grosso calibro da parte dei colossi del settore. Ecco cosa è accaduto alle premiazioni di Los Angeles!

Ovviamente se avete tempo ma soprattutto voglia, qui potete trovare il live streaming dello show. Ovviamente, il nostro riassuntone è molto meglio.

The Game Awards 2017: le World Premiere della serata

Geoff Keighley, host della serata organizzata al Microsoft Theater, ha preparato uno dei migliori eventi mai dedicati al mondo dei videogiochi, con una serie di importanti annunci legati a nuovi titoli in arrivo il prossimo anno, e non solo. Ci sono stati numerosi protagonisti, tra presentatori di una certa fama e sviluppatori semplicemente elettrizzati. Ciliegina sulla torta, un talentuoso gruppo orchestrale che ha suonato i brani tratti dai videogiochi più popolari del 2017, da The Legend of Zelda Breath of the Wild a Super Mario Odyssey.

Abbiamo trascorso ogni singolo minuto della trasmissione con gli occhi incollati allo schermo, grazie alle numerose World Premiere e alle emozionanti premiazioni che hanno coinvolto emotivamente sia i developers che gli spettatori. Ecco dunque tutti i principali annunci dell’evento di Los Angeles, in ordine cronologico.

1. World War Z

Il primo annuncio dei The Game Awards 2017 si è tenuto nel corso del pre-show e riguarda un survival dall’aria piuttosto familiare. Si tratta di World War Z, gioco ispirato all’omonimo lungometraggio che ha visto Brad Pitt contro gigantesche orde di non-morti. Il gioco arriverà il prossimo anno su PlayStation 4, Xbox One e su PC, tramite Steam.

2. Vacation Simulator

Il secondo reveal riguarda un titolo VR decisamente colorato. È Vacation Simulator, seguito spirituale di Job Simulator che ci porterà – stavolta – a rilassarci, tra un tuffo in mare e un castello di sabbia. L’atipico simulatore sarà disponibile nel corso del 2018 su PlayStation 4 e PC, supporterà dunque PlayStation VR, Oculus Rift e HTC Vive.

3. Smith & Smitherson: Accounting +

Tocca a Crows Crows Crows presentare la terza World Premiere della cerimonia di Los Angeles e si tratta di un altra produzione dedicata alla realtà virtuale. Il folle titolo del team indipendente risponde al nome di Smith & Smitherson: Accounting + e arriverà il prossimo 19 dicembre in esclusiva per PlayStation VR.

4. In The Valley of Gods

Dai creatori di Firewatch arriva un nuovo adventure game in prima persona che ci porterà alla scoperta di antichi enigmi in Egitto.

L’ultima creazione dei ragazzi di Campo Santo è intitolata In The Valley of Gods e vedrà la luce nel corso del 2019. Non sono state specificate le piattaforme di riferimento, ma dovremmo aspettarci un debutto per le principali console casalinghe.

5. Nuovo titolo di From Software: “Shadows Die Twice”

Il pre-show dei The Game Awards si conclude con un teaser esplosivo proveniente direttamente da From Software. Sono circa 30 secondi, da cui purtroppo non riusciamo a ricavare alcun contenuto da collegare ad un eventuale Bloodborne 2.

Se non si dovesse trattare del sequel dell’acclamato soulslike, le nostre ipotesi puntano ad un nuovo episodio di Tenchu, serie stealth targata proprio From Software. Non ci resta che attendere un ulteriore trailer, nella speranza che arrivi il prima possibile.

6. The Legend of Zelda BOTW: The Champions’ Ballad

The Legend of Zelda: Breath of the Wild torna sotto i riflettori con il trailer di lancio di The Champions’ Ballad, la nuova espansione dell’ultimo acclamato capitolo che ci ha riportato nelle magiche terre di Hyrule.

A quanto pare torneremo in queste terre prima del previsto, oggi, ad essere precisi. Il secondo DLC del Season Pass di BOTW è infatti stato rilasciato nel corso degli stessi The Game Awards 2017, attraverso un annuncio ad opera di Eiji Aonuma. Il producer  ha inoltre mostrato un incredibile trailer di lancio, con una piccola sorpresa finale…

Sarà l’occasione per approfondire le storie dei quattro campioni di questa memorabile avventura. Rincontreremo così Revali, Mipha, Daruk e Urbosa, per una nuova storyline che ci terrà impegnati in fasi esplorative, puzzle e combattimenti fino all’ultimo respiro.

7. Soul Calibur VI

Uno degli annunci più incredibili ai The Game Awards 2017 riguarda il nuovo capitolo di un franchise leggendario. Soul Calibur VI si è presentato attraverso un brevissimo trailer gameplay che vede i combattenti darsele di santa ragione, rendendo l’attesa per questo nuovo picchiaduro a dir poco snervante.

Data di uscita? Un generico 2018, per piattaforme non ancora specificate.

8. Fade to Silence

Tra i nuovi giochi presentati al Microsoft Theater, uno dei più enigmatici è sicuramente Fade to Silence. Parliamo di un action di stampo survival, in cui il protagonista dovrà affrontare le estreme condizioni ambientali e i mostri che si annidano negli oscuri angoli del mondo circostante. Il titolo uscirà il prossimo 14 dicembre in Early Access su Steam – e dall’anno prossimo anche sulle principali console.

9. Bayonetta 3

Dopo aver svelato il porting di Bayonetta 2 per Nintendo Switch, Reggie Fils-Aime innesca una delle bombe dei The Game Awards 2017. Bayonetta 3 è realtà e sarà un’esclusiva per Nintendo Switch. L’annuncio arriva tramite un breve, ipnotico teaser.

10. Death Stranding

“We’re back together! And nothing is going to stop us this time.”

Hideo Kojima e Norman Reedus salgono sul palco del Microsoft Theater e lo conquistano dopo un’incredibile World Premiere dedicata a Death Stranding.

Il (ricco) trailer arriva senza troppe sorprese, vista la presenza di Kojima, Reedus e di del Toro alla serata organizzata da Geoff Keighley. La vera sorpresa riguarda i contenuto del filmato in sé, un lungo filmato che mostra nuove enigmatiche scene tratte dal primo gioco realizzato da Kojima Productions, in collaborazione con Sony.

Non vi nascondiamo che siamo rimasti parecchio colpiti, ma anche un tantino confusi da quanto visto nel suddetto trailer. Vediamo naturalmente il protagonista di questo racconto, interpretato da Norman Reedus, affiancato questa volta da un paio di personaggi secondari. Lo scenario rivela un mondo distopico, popolato da strane creature che minacciano l’esistenza dei pochi esseri umani rimasti.

Prima di azzardare eventuali ipotesi, rimandiamo l’appuntamento con Death Stranding nella speranza di scoprire qualcosa in più sul suo comparto gameplay.

11. Witchfire

Dai creatori di The Vanishing of Ethan Carter, Painkiller e Bulletstorm, arriva un curioso sparatutto: Witchfire. Si tratta della nuova creazione dei ragazzi di The Astronauts, che mette in mostra atmosfere piuttosto cupe e creature altrettanto inquietanti.

12. Dreams

Finalmente abbiamo potuto rivedere in azione Dreams, l’ultima opera di Media Molecule, creatori del ben più celebre LittleBigPlanet. Questo ambizioso titolo approderà in esclusiva PlayStation 4 nel corso del 2018, intanto godiamoci questo nuovo trailer.

13. GTFO

Realizzato da un team di dieci membri, tra cui Ulf Andersson – game designer di Payday – parliamo di un first-person shooter dalle forti tinte dark che catapulterà quattro giocatori in un’esperienza co-op da incubo. Questo è GTFO, titolo di debutto di 10 Collective Chambers, in arrivo nel 2018 su Steam.

14. Metro Exodus

Metro Exodus è il protagonista di una spettacolare World Premiere in cui diamo uno sguardo ravvicinato al comparto gameplay. Abbiamo anche una data di uscita: Autunno 2018, periodo in cui lo sparatutto sbarcherà su PlayStation 4, Xbox One e PC.

The Game Awards 2017: ecco tutti i vincitori

I veri protagonisti dei The Game Awards 2017, tuttavia, restano i giochi più apprezzati dell’anno che sta attualmente volgendo al termine. Troviamo diverse categorie, dalla migliore colonna sonora alla migliore direzione artistica, passando per il celebre Game of the Year (GOTY). Date il benvenuto ai migliori titoli del 2017!

  • Best Score/Music: NieR: Automata (Platinum Games) –  
  • Best Narrative: What Remains of Edith Finch (Giant Sparrow)
  • Best Action Game: Wolfenstein II: The New Colossus (MachineGames)
  • Best Role-Playing Game: Persona 5 (Atlus)
  • Best Art Direction: Cuphead (Studio MDHR)
  • Best Action/Adventure Game: The Legend of Zelda: Breath of the Wild (Nintendo)
  • Industry Icon: Carol Shaw
  • Best Debut Indie Game: Cuphead (Studio MDHR)
  • Best eSports Game: Overwatch (Blizzard)
  • Trending Gamer: Guy BeahmDr. Disrespect”
  • Best eSports Player: Lee Sang-Hyeok “Faker”
  • Best eSports Team: Cloud9
  • Best Student Game: Level Squared (Swinburne University of Technology)
  • Best Ongoing Game: Overwatch (Blizzard)
  • Best Family Game: Super Mario Odyssey (Nintendo)
  • Best Strategy Game: Mario + Rabbids: Kingdom Battle (Ubisoft Paris + Milan)
  • Most Anticipated Game: The Last of Us II (Naughty Dog)
  • Games for Impact: Hellblade (Ninja Theory)
  • Best Chinese Game: j3x HD (Kingsoft Corporation)
  • Best Performance: Melina Juergens (Senua, Hellblade)
  • Best Game Direction: The Legend of Zelda: Breath of the Wild (Nintendo)

Game of the Year 2017  – gioco dell’anno

Zelda Breath of the Wild Link Gioco dell'anno 2017

Le nomination di giocano dell’anno erano le seguenti:

  • The Legend of Zelda: Breath of the Wild (Nintendo)
  • Super Mario Odyssey (Nintendo)
  • PlayerUnknown’s Battlegrounds (Bluehole Studio Inc.)
  • Persona 5 (Atlus)
  • Horizon: Zero Dawn (Guerrilla Games)

È The Legend of Zelda: Breath of the Wild a portarsi a casa il premio più ambito della cerimonia del Microsoft Theater a Los Angeles. Meritati applausi a Nintendo per aver realizzato il più grande capolavoro dell’anno, il Game of the Year 2017.

CONDIVIDI
A metà strada tra un nerd e un geek, appassionato di videogiochi, cinema, serie TV e hi-tech. Scrivo di questo e molto altro ancora, cercando di dare un senso alla mia laurea in Scienze della Comunicazione e alla mia collezione di Funko Pop.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here