Il publisher di LawBreakers, Nexon, ha attribuito la responsabilità a PlayerUnknown’s Battlegrounds per la ricezione piuttosto scarsa da parte del pubblico di questo sparatutto in multi-player.

Nexon ha recentemente reso noti i suoi andamenti economici e l’executive Shiro Uemera ritiene Battlegrounds il motivo del gap di $36.6 milioni che proprio LawBreakers avrebbe dovuto recuperare.

Uemura ha inoltre mostrato come quest’ultimo titolo abbia venduto meno rispetto alle aspettative, nonostante fossero molto ottimisti circa questo gioco prima del lancio. Avendo rilasciato anche Battlegrounds nello stesso periodo, Uemura ha reputato questo fatto come la ragione del fallimento degli obiettivi prefissati.

Le tempistiche di lancio non sono state fortuite, in particolare il gioco online per PC PlayerUnknown’s Battlegrounds che ha reso la situazione di mercato molto difficile per gli sparatutto in prima persona e anche per LawBreakers,” ha raccontato Uemura.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here