Star Wars: il simulatore spaziale rifiutato da Electronic Arts nel 2016

Gli sviluppatori di Rebel Galaxy avevano proposto a EA un simulatore spaziale ispirato all'universo di Star Wars. Ecco come sarebbe stato il gioco di Double Damage.

Dopo la triste dipartita di Visceral e del suo progetto singleplayer legato a Star Wars, ecco spuntare fuori un nuovo (non)gioco ispirato alla celebre saga di George Lucas, questa volta focalizzato sui combattimenti spaziali. Parliamo di un simulatore che, purtroppo per noi, non vedrà mai la luce, essendo stato rifiutato da Electronic Arts ancora prima che gli sviluppatori potessero avviarne lo sviluppo. Ecco come sarebbe stato il gioco.

Il titolo Star Wars di Double Damage che non sarà mai realizzato

Il simulatore spaziale in questione era in sviluppo presso Double Damage, software house co-fondata da Travis Baldree, a cui dobbiamo il video gameplay che vedete in calce. Il filmato mostra un arcade che non si discosta molto dalle meccaniche di un altro titolo dello studio, tale Rebel Galaxy, da cui è stata recuperata l’interfaccia grafica.

Nel gioco di Double Damage avremmo potuto pilotare alcuni dei veicoli più iconici della saga di Star Wars. Nel video possiamo osservare alcuni frangenti a bordo del Millennium Falcon e di un X-Wing, mentre si scontrano con le forze imperiali (TIE Fighters, TIE Interceptors, uno Star Destroyer) e persino con la Slave-1 di Boba Fett. Il simulatore avrebbe permesso al giocatore di passare liberamente dalla prima alla terza persona, di “switchare” in qualsiasi momento da un veicolo all’altro della propria fazione e di effettuare salti nell’iperspazio per raggiungere le aree più distanti.

Come anticipato, tutto questo era stato presentato direttamente a Electronic Arts, che tuttavia lo ha rifiutato nel 2016. In ogni caso il lavoro non è stato del tutto sprecato, dal momento che Double Damage sta già lavorando su un nuovo sparatutto spaziale che si baserà sulla stessa formula di gioco della demo di Star Wars.

Un vero peccato, avremmo finalmente potuto avere un degno successore del fantastico Star Wars: X-Wing, probabilmente.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here