Come già ci era stato preannunciato l’estate scorsa, il team indipendente turco, Nowhere Studios, ci presenta il suo nuovo pupillo, Monochroma, e stavolta ci dà anche una data: Aprile 2014. Per chi non sapesse di cosa parlo, facciamo un passo indietro ed esploriamo insieme questo enigmatico gioco.

La storia che ci si apre davanti è quella di due fratelli, uno dei quali, essendosi ferito alla gamba, dev’essere accudito dal fratello maggiore. I due si ritrovano a dover risolvere cupi e misteriosi enigmi al limite del paranoico, puzzle accattivanti e intricati per sperare di poter salvare la propria amata città. Ma ciò che rende Monochroma pieno a trecentosessanta gradi è proprio il rapporto tra i due fratelli che ci coinvolgerà e ci spingerà a comportarci da veri fratelli maggiori, calandoci in un clima di responsabilità, coraggio e fiducia fraterna tangibili al primo impatto.

 

Sviluppato su quattro capitoli ed ambientato ad Instanbul (città natale del progetto), il paesaggio fonde elementi e scenari molteplici, dai capannoni e dalle  fabbriche immerse nella campagna all’inquinato grigiore urbano, ma il tutto in maniera così attuale da essere fruibile ad un pubblico vasto e multietnico.

Cosa caratterizza e personalizza ancora di più Monochroma? Il mood tipico del gioco basato sull’utilizzo di tre colori fondamentali: una base nera e cupa alternata da sprazzi di luce ed elementi bianchi e dettagli tinti di rosso.

Ispirato a vecchi classici come Abe’s Oddysee e addirittura a racconti come Cappuccetto Rosso Il Mago di Oz, come ci racconta il produttore esecutivo Burak Tezateser, Monochroma sarà disponibile su PC Windows, Mac e Linux, grazie al servizio di distribuzione Steam.

GamesPrincess_Monochroma2

GamesPrincess_Monochroma2