Ok, siamo ormai in piena estate, ma non è mai troppo tardi per fare le pulizie di primavera nella vostra casetta: magari, tra una ragnatela e l’altra, potreste finire con il ritrovare nella soffitta umida e polverosa un vecchio gioco di cui vi eravate completamente dimenticati. Dopo le lacrime di rito, versate per il ricordo dei bei tempi andati, fermatevi un attimo a riflettere. E se quel gioco valesse migliaia di euro?
Del resto, anche i nostri amati videogiochi iniziano ad avere la loro età… ed i più anziani, come degli ottimi Chianti invecchiati, hanno acquistato valore con il tempo.

Qui di seguito vi propongo cinque titoli retro, tanto introvabili quanto costosi. Se scoprite di averli davvero in soffitta, ovviamente ci aspettiamo una lauta ricompensa.

Stadium Events

Stadium Events venne rilasciato da Bandai nel 1987 come uno dei pochi giochi creati su misura per il Power Pad (conosciuto in America come Family Fun Fitness), un controller a forma di tappetino grigio con dodici sensori, incorporati tra due strati di plastica flessibile, sopra cui poter camminare, correre e saltare.
Nintendo acquistò i diritti del gioco nel 1988 e lo ripubblicò con il nome World Class Track Mee. Per evitare la confusione dei consumatori, Nintendo ritirò tutte le copie di Stadium Events dal mercato, ma quando ormai era troppo tardi: circa 200 unità erano già state vendute. Di queste, i collezionisti ritengono che solo una ventina siano sopravvissute fino ad oggi, il che le rende ovviamente una vera rarità.

Nel 2010, una donna del North Carolina ha messo in vendita il gioco su eBay, e con suo grande stupore le offerte sono cresciute a dismisura fino a toccare i 13.105 dollari. Poco tempo dopo, un uomo in Kansas che possedeva ancora una copia sigillata del gioco, è riuscito a racimolare l’esorbitante cifra di 41.300 dollari. Pensate che solo le scatole del gioco, di scarsa reperibilità dal momento che molti spesso sono abituati a gettarle, sono valutate ben 10.000 dollari, mentre lo stesso gioco riconfezionato da Nintendo viene venduto in genere per meno di 3 dollari!

1990 Nintendo World Championship

Nel 1990 Nintendo organizzò un grande torneo in varie città americane, denominato Nintendo World Championship, il cui scopo era la ricerca del miglior videogiocatore degli Stati Uniti. I giocatori dovevano ottenere il miglior punteggio nelle versioni demo di tre giochi: Super Mario Bros., Rad Racer, e Tetris, il tutto entro un limite di tempo di sei minuti.

I concorrenti giocavano con una cartuccia speciale progettata specificamente per il concorso: quella che è rimasta famosa come “la cartuccia grigia”. Oggi questa cartuccia vale dai 4.000 ai 6.000 dollari ed in giro ce ne sono solo 90 (cioè il numero dei ragazzi che parteciparono alle finali).
La cartuccia d’oro invece, prodotta in soli 26 pezzi, venne data a chi aveva vinto un contest promozionale sulle pagine del vecchio magazine Nintendo Power. Oggi, data la sua introvabilità, la cartuccia è arrivata a valere dai 15.000 ai 20.000 dollari e viene considerata un po’ il Santo Graal del collezionismo videoludico.

Nintendo Campus Challenge

Nel 1991 Nintendo indisse nuovamente un campionato simile a quello dell’anno precedente, ma organizzato nei college e nei campus universitari. Stavolta i giochi previsti dalla sfida erano Super Mario Bros. 3, PinBot, e il Dr. Mario.

La maggior parte delle cartucce sono state distrutte dopo la gara. E’ rimasta in vita solo una copia originale, ritrovata dal collezionista Rob Walters nel 2006, in una vendita all’asta di un garage di New York. E’ stata rivenduta su eBay nel 2009 per ben 20.100 dollari.

Kizuna Encounter

Uno dei principali giochi di cui tutti i fanatici Neo Geo sono alla disperata ricerca è una particolare versione di Kizuna Encounter, un gioco di combattimento del 1996 simile a Mortal Kombat e Street Fighter. Il gioco ai tempi ricevette ottime recensioni, nonostante il gameplay non fosse troppo innovativo. Ma il vero motivo per cui è diventato famoso è che fu prodotto in piccole quantità per il mercato europeo: parliamo di 12 copie. Le aste più recenti per questo gioco si sono concluse tra i 12.000 e i 13.500 dollari, mentre la versione giapponese, che è esattamente la stessa tranne per il confezionamento diverso, è abbastanza comune ed è stimata per soli 50 dollari.

The Ultimate 11

The Ultimate 11 è stato il gioco finale della serie Super Sidekicks, un franchise di calcio che era molto popolare prima che arrivassero i vari Fifa e PES. Per qualche motivo, però, Ultimate 11 non è stato prodotto in grandi quantità e ora ci sono meno di 10 copie conosciute in tutto il mondo. Tradotto: un vero e proprio must-have per tutti i collezionisti.

Alla fine del 2009, è stata effettuata una vendita privata tra due membri del forum dei collezionisti di Neo Geo. L’acquirente ha pagato una cifra sorprendente (55.000 dollari) per acquistare sia Encounter Kizuna e Ultimate 11. Il proprietario originale ha affermato di aver acquistato i giochi circa dieci anni prima, quando Kizuna si vendeva solo per 500 dollari e Ultimate per 400. Il nuovo proprietario, dal canto suo, ha detto che non li rivenderà per nessun motivo al mondo, anche se gli venissero offerti 100.000 dollari.