Sono passati 5 lunghi anni dall’ultima volta che Electronic Arts ha deciso di regalarci un nuovo capitolo dell’amato franchise sviluppato da Maxis. 5 anni durante i quali abbiamo visto numerose espansioni, un numero crescente di fan e persino un chiacchieratissimo SimCity. Insomma, 5 anni in cui la software house sembrava aver maturato una notevole esperienza portando a casa parecchi successi e qualche clamoroso errore, ma saranno bastati per permettere a Maxis di regalarci il The Sims 4 che tutti quanti aspettavamo?

Sì e no. Il nuovo capitolo della famosa serie infatti raccoglie novità apprezzabili e porta con sé tutto lo spirito dei capitoli precedenti, ma è impossibile non notare alcune palesi mancanze. Quali? Provo a raccontarvelo in questa peculiare recensione in 5 mosse.

1 – Crea un Sim

La modalità Crea un Sim avevamo già avuto modo di provarla e apprezzarla più di un mese fa, quando Electronic Arts aveva deciso di rilasciare una demo che illustrasse le principali caratteristiche della creazione dei nuovi personaggi. Da allora la mia opinione non è assolutamente cambiata: questo nuovo menù è intuitivo, comodo e piuttosto ricco. Da un lato infatti abbiamo un utilizzo intensivo del mouse per modificare ogni singolo parametro usando il classico Drag ‘n’ Drop. Polpacci, vita, mascella, naso, braccia: tutto può essere modificato nel dettaglio affidandosi alle nostre abilità manuali e alla nostra voglia di creare qualcosa di estremamente personalizzato. Dall’altra parte però abbiamo i soliti e utilissimi preset che ci evitano di perdere troppo tempo nella definizione dell’aspetto fisico del personaggio.

I già citati preset vi seguiranno anche nella cura dell’abbigliamento del caro Sim. Oltre alla possibilità di decidere pezzo per pezzo il vestiario del protagonista, troviamo infatti la voce Tipi di look che vi propone alcune alternative togliendovi l’obbligo di spulciare tutti i capi proposti da Maxis. Non vi piacciono? Come sempre basta tirare i dadi e affidarvi al caso per poter decidere come vestire il Sim nelle 5 categorie previste dal gioco: Quotidiani, Formali, Sportivi, Da notte e Festa.

Ora avete un personaggio esteticamente pronto per essere buttato in città, ma il carattere? Una volta scelto il nome e la fascia d’età potrete decidere anche quale voce dargli e quale camminata affibbiargli, per poi scegliere la sua ambizione principale e definire poi il suo atteggiamento con 3 differenti caratteristiche. Come sempre i tratti a disposizione sono diversi, il che vi consente di fare del vostro meglio (o del vostro peggio) per farlo somigliare a qualcuno, o semplicemente per renderlo il più odioso possibile.

Potenzialmente il Sim che andrete a creare potrà essere davvero a vostra immagine e somiglianza. Non solo il nuovo menù vi permetterà una cura del dettaglio estrema sotto il punto di vista fisico, ma se saprete scegliere con cura i tratti vi troverete di fronte ad un personaggio che vi rispecchia davvero. Un buon mix infatti delle vostre caratteristiche principali si tradurrà un Sim che mai come questa volta si comporterà come voi.

2 – Costruisci la casa

The Sims 4 Modalità Costruisci

Non so voi, ma la parte che io preferisco da sempre in The Sims è la costruzione della casa. Improvvisamente siamo tutti architetti e interior designer e la cosa più sorprendente è che il gioco non manca mai di offrirvi tutto il necessario per realizzare l’abitazione dei vostri sogni, a parte i soldi.

La nuova modalità Costruisci nasce con la stessa filosofia adottata per la creazione del Sim: la semplificazione. Gli strumenti che abbiamo imparato ad usare e conoscere in The Sims 3 sono ancora tutti lì, ma questa volta nessuno vi obbliga ad utilizzarli perdendo ore per dare vita alla vostra casa; il nuovo capitolo del franchise introduce i preset anche per le stanze così non dovrete fare altro che unirle per avere un’abitazione comoda, funzionale e adatta al vostro gusto visto che sono presenti camere con stili diversi per permettervi di trovare quella che più vi piace. Naturalmente esiste anche la via di mezzo: le stanze vuote. Tutta la comodità di doverle solo affiancare, ma tutto il divertimento a cui siamo sempre stati abituati nell’arredarle.

The Sims 4 ci offre la varietà a cui siamo sempre stati abituati: mobili differenti, decine di oggetti per decorare la casa, lampade a non finire, tinture per le pareti diverse, pavimentazioni che vanno dal legno alla moquette alla pietra, oggetti per potenziare le nostre abilità sempre più curati. Insomma, non manca niente.

Ad essere un po’ debilitante è la divisione, non tanto delle parti strutturali della casa che contano su un comodo menù che vi consente di selezionare la zona di vostro interesse utilizzando un modellino, ma piuttosto quella legata all’arredamento. No, non sto dicendo che è un caos totale ed è fatto male, ma alcuni oggetti sono a mio avviso disposti nel menù sbagliato. Un esempio? Per trovare gli spazzolini da denti ho dovuto aprire il menù della cameretta dei bambini. Non so voi, ma io lo spazzolino lo tengo in bagno, non nella mia stanza. Tuttavia non disperate: Maxis ci ha fornito un pratico campo di ricerca che attinge a tutto il database.

Suddivisione a parte, il menù Costruisci risulta piuttosto comodo e funzionale, con qualche novità, come ad esempio l’altezza delle pareti e delle finestre, che aiutano a personalizzare ulteriormente le case per creare qualcosa di veramente unico. Purtroppo però non mancano i grandi assenti: le piscine e i garage. Lo so, pare un po’ banale, ma in un gioco come The Sims togliere qualcosa equivale un po’ ad un passo indietro, soprattutto dopo aver abituato per anni gli utenti a questi dettagli.

3 – Trova un lavoro

The Sims 4, come tutti gli altri capitoli, può essere approcciato in due modi: concentrandosi sul dolce far niente (tanto i cheats da usare per avere più simeoleon sono gli stessi da anni) o dando al Sim uno scopo. Lo scopo in questo gioco equivale in primis ad eccellere nel proprio lavoro, soprattutto se avete malauguratamente scelto “Ambizioso” tra i tratti che contraddistinguono il vostro protagonista.

Anche in questo settore Maxis continua a regalarci un’ampia scelta. Vi basterà utilizzare un computer e selezionare Trova un lavoro per accedere ad un variegatissimo menù: potete fare gli artisti, i criminali, le spie, il guro tecnologico, lo chef, l’astronauta… Praticamente il lavoro che avete sempre voluto fare da bambini è finalmente alla vostra portata. Questo però non significa che sarà semplice realizzare i vostri sogni. Fare carriera richiederà sacrificio e dedizione perché, come sempre, vi verrà chiesto di sviluppare abilità e relazioni per essere promossi, senza contare che spesso tutto ciò richiederà qualche piccolo investimento di denaro. Ad esempio, uno dei miei Sim vuole fare il criminale da grande e per farlo, fin dai primi giorni, gli è stato chiesto di migliorare la prestanza fisica il che significa comprargli qualche attrezzo; il suo capo poi richiede anche un certo livello di malizia che potete sviluppare diventando un po’ cattivelli con gli altri Sims oppure comprando un apposito libro.

Il lavoro poi vi imporrà degli orari da rispettare, il che si tradurrà in un impedimento nello sviluppo delle vostre relazioni sociali e un limite al tempo che potete dedicare nello sviluppo delle vostre skill. La tentazione di lasciar perdere e farvi licenziare è dietro l’angolo, ma fidatevi: la noia si impadronirà di voi se non darete al protagonista uno scopo.

4 – Relazionati con gli altri abitanti

The Sims 4 parlare con più persone

Un Sim solo è un Sim depresso.

In The Sims, qualunque sia il capitolo scelto, la socialità è una componente importante della vita dei vari personaggi e spesso diventa un elemento fondamentale per fare carriera. The Sims 4 chiaramente non fa eccezione. Spesso e volentieri infatti uno dei desideri del protagonista sarà di chiamare qualcuno, chiacchierare con qualcun altro, fare amicizia con un nuovo Sim o flirtare con un Sim che già conosce (o che ha appena incontrato).

Le relazioni sono quindi fondamentali, e un po’ più complesse di prima. Pensate ad esempio ai rapporti di coppia dei precedenti capitoli. Ci voleva un giusto livello di amicizia e di romanticismo prima di fidanzarsi con qualcuno, senza contare che lo step “sesso”, o “Fiki-Fiki” per usare la terminologia del gioco, era qualcosa di alquanto sudato. Nel nuovo titolo di Maxis invece fare Fiki-Fiki risulta quasi banale, mentre, al contrario, diventare davvero amici richiede uno sforzo da parte nostra decisamente notevole.

The Sims 4 però vi offre un vantaggio notevole rispetto ai precedenti capitoli: la contemporaneità. Finalmente i Sims possono fare più cose contemporaneamente, compreso chiacchierare con diverse persone. Inutile dirvi che tutto ciò vi tornerà molto utile quando andrete nei luoghi pubblici o durante le feste: massimo risultato e minimo sforzo.

5 – Attendi

“Attendi” non è proprio la quinta mossa che vi aspettavate, ma, a dire il vero, è quella che mi aspettavo io.

L’assenza delle piscine e dei garage, della comoda visuale a volo d’uccello sulla città, delle auto e della possibilità di raggiungere quanto meno le case dei vicini senza dover attendere caricamenti infiniti sono tutti presagi di qualcosa che abbiamo già visto: le espansioni.

Per quanto The Sims 4 introduca interessanti novità e comode semplificazioni, la sensazione è che manchi qualcosa e che si poteva fare decisamente di più su diversi fronti. La verità è che, dopo 5 anni e un SimCity di mezzo, Maxis avrebbe potuto introdurre tutte quelle cose che sembrano mancare, ma sono state volutamente tagliate fuori perché i videogiochi sono pur sempre un business e il business di The Sims è da sempre legato al rilascio continuo di espansioni che risultano quasi indispensabili per non annoiarsi e cadere nella ripetitività.

Insomma, prevedibile, ma un po’ deludente.

Se sei interessato a questo prodotto e vuoi sostenerci acquista qui