Il Nero, il Bianco, una scacchiera e un’infinità di mosse possibili. Gli scacchi sono uno dei giochi più antichi del mondo, un gioco che, all’inizio dell’era informatica, ha impiegato davvero pochi anni prima di guadagnarsi una sua trasposizione virtuale per permettere a tutti i possessori di un computer di cimentarsi con questo complesso gioco di strategia. Negli ultimi 20 anni però i cambiamenti apportati agli scacchi nella loro forma virtuale sono stati ben pochi: si modificano leggermente i pezzi, si creano scacchiere più o meno curate, si offre occasionalmente l’opportunità di cambiare l’uno o l’altro. Almeno fino ad oggi, fino a War of Chess.

L’idea, indubbiamente originale, è made in Italy perché il gioco, uscito da poco per i dispositivi Android, è stato sviluppato da KetchApp, una piccola software situata in quel di Tronzano Vercellese e specializzata nello sviluppo di giochi mobile. I ragazzi di KetchApp hanno ben pensato di unire la classicità degli scacchi a qualcosa di altrettanto classico ma meno convenzionale: il fantasy.

A rendere peculiare il gioco troviamo quindi armate, ambientazioni e soprattutto animazioni. La vostra partita infatti si svolgerà su una scacchiera affiancata dalla lava e avrà come protagonisti Orchi, Umani o Zombi, i primi disponibili di default nel titolo mentre i secondi e i terzi sbloccabili tramite acquisto in-app. Di base tutto si svolge esattamente come in un tradizionale scontro ma con una differenza: la vostra torre investirà l’orco di turno per mangiarlo, la vostra pedina si farà largo a colpi di mazzate e il vostro cavallo raggiungerà la posizione camminando deciso per la scacchiera. Insomma, alla fine non potrete non rimanere incantanti dalle animazioni che War of Chess vi offre.

Screenshot_2014-10-11-19-19-54

Non vi piacciono? Nessun problema a dire il vero. Il titolo infatti vi permette di passare, in tempo reale, ad una scacchiera più tradizionale, in 2D, con visione dall’alto. Non mancano nemmeno le opzioni legate alla difficoltà, con ben 6 livelli che vi permetteranno di mettere alla prova le vostre capacità e confrontarvi con sfide via via più complesse; tra i diversi livelli trovate anche quello “Casuale” nel caso voleste provare il brivido dell’ignoto. Pensate di essere bravi? Cercate di non sopravvalutarvi perché l’intelligenza artificiale è piuttosto sofisticata, capace di agire in modo meno scontato del previsto ragionando sulle mosse successive,  quindi già scegliendo “Facile” potreste portare a casa una serie non indifferente di sconfitte.

Naturalmente nessuno vi obbliga a scontrarvi ad oltranza con l’engine del titolo. War of Chess infatti ha anche una modalità Multiplayer che vi permette di confrontarvi con avversari in carne ed ossa, potendo per altro scegliere tra un avversario casuale o un vostro amico. Se vi aspettate però uno scontro in real time devo deludervi: voi fate la vostra mossa che viene inviata al giocatore e voi dovrete attendere fino a quando l’avversario non deciderà di muovere le sue pedine. Il rischio quindi è che una partita duri dei giorni, il vantaggio invece è che sarete chiamati a ragionare quando meno ve lo aspettate, un buon modo per tenere costantemente allenata la vostra mente.

Screenshot_2014-10-11-19-18-07

Unica vera pecca del gioco, almeno per ora, è la scarsa varietà. L’armata a disposizione è una sola, a meno che non siate disposti a pagare per sperimentare umani e zombie, mentre lo scenario è unico senza possibilità di variazione anche se, durante la scelta, trovate un bel “coming soon” che fa sperare in un aggiornamento che mi auguro non tardi ad arrivare.

In ogni caso, se siete appassionati di scacchi, vi consiglio di scaricare dal Play Store questo titolo, anche perché, vi ricordo, il download è totalmente gratuito; se possedete un dispositivo iOS vi invito a pazientare: la versione per i vostri iPhone e iPad sta per arrivare.