Luglio è ormai arrivato, l’estate è inoltrata e il caldo atroce non vuole dar tregua. In questo clima afoso, i neo-diplomati si godono la libertà, gli universitari lottano contro la feroce sessione estiva e i lavoratori sognano, quando possono, le meritate vacanze.

Ma non c’è vacanza estiva che si rispetti senza il classico titolo videoludico “portatile” che ci accompagna durante tutto il corso della calda stagione. Perchè fuori faranno anche 40° all’ombra, il lavoro e lo studio non ci danno tregua, ma il fidato gioco con cui poter staccare per poco tempo dallo stress quotidiano c’è sempre e comunque.

Ecco quindi i 5 videogiochi (ma ce ne sarebbero ben molti altri) che meglio si prestano ad essere portati in vacanza.

1. Super Smash Bros.

Come non citare il gioco d’intrattenimento portatile per eccellenza? Super Smash Bros. per 3DS è per molti giocatori sinonimo di divertimento e al tempo stesso comodità, la perfetta soluzione al passatempo estivo.

LEGGI ANCHE: Super Smash Bros. for Wii U – Recensione in 5 parole

Rilasciato lo scorso settembre da Nintendo su console 3DS e Wii U, il titolo ha fatto il botto fin dai primissimi giorni. Il picchiaduro a incontri si fonda su una grande ed unica caratteristica vincente: la possibilità di integrare in un unico titolo personaggi iconici della casa dell grande N. Vi ritroverete, quindi, a poter far scontrare personaggi del calibro di Mario, Bowser, Link, Zelda, ma anche Samus, Kirby, Fox e Pikachu, così come numerosissimi altri protagonisti dei titoli Nintendo più in voga.

Le modalità di scontro sono diverse e per tutti i gusti, potrete scegliere tra la modalità principale Mischia, in cui si potranno sfidare diversi avversari, sia a tempo che in modalità survivor, le tipologie classiche con boss finale, l’Avventura Smash (esclusiva per 3DS), sfida a 4 giocatori di esplorazione e combattimento in una vasta mappa, varie e diverse modalità di mischia e tante altre ancora.

A rendere il tutto ancora più emozionante è, ovviamente, la scelta degli scenari di gioco, tratti dai migliori giochi Nintendo e sempre in tema coi personaggi in sfida.

Acclamato soprattutto per l’esperienza online e guadagnatosi il traguardo di ben due milioni di copie vendute (solamente negli Stati Uniti), Super Smash Bros. è l’alleato perfetto per smaltire un po’ di stress e per “staccare la spina” con i personaggi preferiti di sempre.

2. LEGO Jurassic World

Altra certezza tra i titoli portatili di molti giocatori è la serie targata TT Games e LEGO. I piccoli mattoncini animati hanno, infatti, da parecchi anni attirato ondate di ammiratori, sia novelli che fan accaniti, tanto da assicurarsi il primato sulla rappresentazione di numerosissime saghe cinematografiche. Ultimo titolo di questo genere è stato, per l’appunto, LEGO Jurassic World, gioco uscito il mese scorso e positivamente accolto sia dal popolo di videogiocatori sia dai fan della saga cinematografica.

Il titolo pubblicato da Warner Bros. Interactive Entertainment segue la trama di tutti e quattro i film della saga: Jurassic Park, Il Mondo Perduto – Jurassic Park, Jurassic Park III e Jurassic World. 

Nonostante alcune sottili differenze, il gioco rimane piuttosto fedele alla resa cinematografica mantenendo intatto il gameplay tipico che caratterizza tutti i giochi LEGO: mattoncini da rompere, monete da guadagnare, enigmi da risolvere e attività extra bonus da sbloccare. Inoltre, il titolo offre più di 100 personaggi sbloccabili, tra cui ben 20 specie di dinosauri diversi (primo fra tutti il Tyrannosaurus, seguito dal Velociraptor, dall’Indominus Rex, dal Triceratops, dal Brachiosaurus e da molti altri). Nel gioco è, poi, possibile sbloccare anche Mr. DNA, un personaggio dei cartoni animati presenti nel film del 1993 Jurassic Park e il regista del primo capitolo, Steven Spielberg.

Se quindi state cercando un’avventura leggera ma al tempo stesso emozionante che sia sinonimo di qualità e divertimento, LEGO Jurassic World potrebbe essere il perfetto mix di tutti questi elementi e l’alleato perfetto per le vostre vacanze estive.

3. The Legend of Zelda: Majora’s Mask 3D

Altro titolo “portatile” acclamato ed applaudito in larga scala al momento del suo annuncio è stato The Legend of Zelda: Majora’s Mask 3D, remake del gioco originale uscito nel 2000 su Nintendo 64.

Annunciato durante il Nintendo Direct autunnale dell’anno scorso, il remake Nintendo segue fedelmente le vicende del suo predecessore, apportando, però, alcune modifiche grafiche (primo fra tutti l’utilizzo del 3D stereoscopico) e sul gameplay (tutorial di gioco per i meno pazienti, punti di salvataggio aggiuntivi, diario delle quest secondarie).

LEGGI ANCHE: The Legend Of Zelda: Majora’s Mask 3D – Recensione in 5 parole

La trama si apre in medias res, nei Lost Woods, in cui un giovane Link sta cercando attentamente la fata della sua precedente avventura. La sua ricerca verrà interrotta dal perfido Skull Kid, il quale gli ruberà il destriero e l’Ocarina del tempo e, successivamente, lo trasformerà a sua volta in un Deku Scrub, una creatura tribale della foresta. Stringendo un patto con un venditore di maschere, Link si metterà in cerca del suo nemico al fine di rubargli la maschera che porta al volto e l’Ocarina. Dettaglio piccolo ma fondamentale: il nostro eroe avrà solo tre giorni per recuperare gli oggetti e portarli al misterioso venditore, sperando così di poter tornare finalmente umano.

Qui comincerà la nostra avventura, attraverso il colorato mondo di Termina e numerosi dungeon con puzzle da risolvere. Come i precedenti titoli, potremo svolgere alcuni azioni base, come camminare, saltare o attaccare ma il tutto sarà limitato dalle piccole dimensioni e dall’aspetto mutato. Inoltre, il nostro eroe potrà sfruttare a suo vantaggio i poteri delle maschere che via via raccoglierà durante la sua avventura, utilizzandole, di volta in volta, per superare le difficoltà (interagire con i personaggi, celarsi ai nemici, danzare e molto altro ancora).

Se, dunque, cercate un gioco che oltre ad intrattenimento vi assicuri anche una storia travolgente e una sicurezza degna del suo brand, The Legend of Zelda: Majora’s Mask 3D sarà lieto di accompagnarvi durante l’estate (e oltre).

4. Pokémon Rubino Omega e Zaffiro Alpha

Ma tra i tanti titoli giocabili su console portatili, ce n’è uno che ha emozionato generazioni intere, sto parlando della famosissima saga dei videogiochi Pokémon.

Tra titoli nuovi e remake, Game Freak ha saputo per anni nutrire gli animi avidi di milioni di fan accaniti regalando sempre giochi di livello, chi più chi meno, e appassionanti senza fermarsi mai. Se pur il discorso possa essere esteso a quasi tutti i capitoli dei videogiochi Pokémon, oggi analizzeremo nel dettaglio la coppia di titoli più recente, quella che ha incuriosito migliaia e migliaia di fan, Pokémon Rubino Omega e Pokémon Zaffiro Alpha.

LEGGI ANCHE: Pokémon Rubino Omega e Zaffiro Alpha – Recensione in 5 parole

I due remake della versione del 2002 per Game Boy Advance, seguono la trama dei predecessori e, in linea generale, quella della maggior parte dei capitoli della saga. Ambientati nella regione di Hoenn, i due remake sono probabilmente quelli che, tra i tanti sfornati, si avvicinano di più alla trama originaria e permettono, anche ai giocatori più inesperti, di respirare il magnifico clima della regione.

Rispetto ai titoli primari, però, Rubino Omega e Zaffiro Alpha presentano delle feature già introdotte nei precedenti Pokémon X e Y, come il Poké io&te e il Super Allenamento Virtuale. Importanti saranno anche le megaevoluzioni (introdotte quelle di Sceptile, Swampert, Beedrill, Pidgeot, Slowbro,Steelix, Sableye, Sharpedo, Camerupt, Altaria, Glalie, Salamence, Metagross, Lopunny, Gallade, Audino, Rayquaza e Diancie) le quali  caratterizzano perfino i pokémon leggendari presenti nel gioco, tramite Archeorisveglio.

Come in ogni capitolo che si rispetti, i due fratelli presentano delle leggere differenze di gioco, sia nella trama che nell’arsenale di “pocket monster” disponibili. Se in Rubino Omega, infatti, dovremo scontrarci con il temibile Team Magma, il quale vuole estendere al 100% il totale di terre emerse, di contro, in Zaffiro Alpha avremo il Team Idro, volto a voler aumentare il livello globale dei mari. Entrambi i titoli possiederanno, a loro volta, una lista di pokémon esclusivi che i giocatori potranno catturare in-game unicamente sul proprio titolo acquistato (ma che potranno comunque ottenere tramite scambio).

Se amate i piccoli mostri collezionabili e siete fan della saga da anni, Pokémon Rubino Omega e Zaffiro Alpha saranno degli ottimi alleati contro la noia estiva. Attenzione a non rimanerne troppo ammaliati, però!

5. Hearthstone: Heroes of Warcraft

Se il passatempo che state cercando non è un platform nè un RPG, se nemmeno gli action fanno al caso vostro, una sola può essere la soluzione per non soccombere al caldo e alla stanchezza estivi, Hearthstone: Heroes of Warcraft.

Il gioco di carte collezionabili sviluppato da Blizzard Entertainment per smartphone, tablet e PC è infatti ottimo per periodi di relax sia brevi che lunghi. Il titolo prende il nome dall’iconica Pietra del Ritorno, “hearthstone“, presente in World of Warcraft e si sviluppa secondo il classico schema di un gioco di carte a turni.

Ogni giocatore entra in campo come “eroe” con i propri rispettivi 30 punti salute e il proprio mazzo di carte. Per vincere la partita è necessario portare a zero la salute dell’eroe avversario utilizzando le proprie carte. Giocare ogni carta costa un certo numero di “cristalli di mana“: il giocatore ha a disposizione, a ogni turno, un numero crescente di questi cristalli sfruttando le carte a disposizione. Ognuna di esse ha un costo ad essa associato e può essere giocata solo se si è in possesso dei cristalli necessari.

Le modalità di gioco sono molteplici e diverse, si parte dalla modalità gioco Classica, divisa in Classificata e Non Classificata a seconda se si voglia annoverare i propri risultati nella classifica ufficiale (- sapevate che esiste anche il Campionato Mondiale? -), per poi passare alla modalità Arena, sfruttabile attraverso l’oro guadagnato in gioco o tramite pagamento reale, alla modalità Avventura, sfidando il computer, per finire con la modalità Duello, gareggiando contro uno dei propri contatti in lista.

Grazie alle iconiche figure rappresentate sulle carte, alla variabilità di gioco, e alla possibilità di una fruizione quasi interamente libera, Hearthstone si è affermato in pochissimo tempo come gioco di carte collezionabili più favorito degli ultimi anni.

Se cercate un titolo che accompagni le vostre calde giornate senza troppa fatica o sforzo Hearthstone: Heroes of Warcraft potrebbe essere la scelta giusta.

Questi erano i cinque videogiochi che, senza troppe pretese, promettono di allietare ed accompagnare le vostre vacanze estive, i vostri giorni di calura o anche solamente quell’oretta di riposo meritato. Ma attenzione a non rimaner troppo attaccati alla vostra console, potreste facilmente alzare gli occhi ed accorgervi che settembre è già arrivato!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here