Il collezionismo legato al retro gaming è diventato negli anni un vero e proprio fenomeno, con sempre più persone, per lo più nostalgici del gaming meno commerciale e più orientato ai desideri dei videogiocatori, che dedicano il loro tempo libero alla ricerca di vecchie cartucce, tanto da “costringere” catene e colossi dello shopping online (come eBay) a creare o progettare intere sezioni appositamente dedicate.

Il collezionista generalmente può essere diviso in due grande aree: la prima riguarda tutte quelle persone che si accontentano di pochi e mirati pezzi legati a titoli tanto cari all’infanzia mentre la seconda include tutti coloro che si spingono ben oltre e che si sono auto-proclamati “completisti” poichè l’obiettivo non è avere solo pochi pezzi, ma avere tutto, ma proprio tutto quello che riguarda un brand, un personaggio o l’intero comparto titoli di una console.

Ed è proprio su quest’ultimo aspetto che si basa Nintendo Quest, il film documentario, finanziato da Kickstarter, incentrato su una scommessa amichevole tra Rob McCallum, regista del film, che sfida il suo amico Jay Bartlett, collezionista di vecchia data, a ricercare ed acquisire tutti i 678 giochi realizzati per il NES. Alla base della scommessa ci sono due regole: il tutto dovrà avvenire in soli 30 giorni e gli acquisti non potranno essere effettuati online.

Nintendo Quest racconta, non solo tutto il percorso che porta Jay Bartlett al raggiungimento dell’obiettivo, ma analizza anche tutto ciò che circonda il mondo del collezionismo, le sue problematiche e i tentativi, tramite la descrizione dettagliata dei titoli, di confermare o sfatare i miti sulla presunta rarità.
Insomma, Nintendo Quest grazie alla sua unicità è un vero e proprio vademecum imperdibile  per tutti gli amanti di questo mondo. Attualmente è distribuito, negli Stati Uniti, in poche sale cinematografiche, ma non temete, in autunno uscirà anche in DVD.

FONTEWired
CONDIVIDI
Carlotta Bosca
Appassionata di tutto ciò che è tecnologico. Instancabile videogiocatrice sin dall'infanzia, dipendenza nata con la prima Playstation, in particolare con Tomb Raider 2 e quindi l'amore per Lara Croft. Inguaribile sognatrice, divoratrice di romanzi e fumetti (ossessionata soprattutto da Batman).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here