Anno 2205 è soprattutto una visione, la visione delle tematiche che, molto probabilmente, dovremo affrontare in un futuro per noi ancora remoto.

Alla Gamescom 2015 infatti i ragazzi di Blue Byte si sono presentati con una versione alpha che non solo ha mostrato alcune delle caratteristiche principali del gioco, ma ha soprattutto evidenziato una certa sensibilità nei confronti di argomenti che, un giorno, diventeranno il centro delle nostre riflessioni. Parliamo quindi di cambiamenti climatici e degli stabilizzatori del clima inseriti nel gioco, ma anche dei “lunar-born”, ossia i primi umani nati e cresciuti sulla Luna che cominciano a rivendicare la loro Terra.

Grande attenzione quindi per la storia che andrà a muovere il gameplay, ma anche per la grafica, questa volta decisamente più dettagliata nonostante l’area giocabile sia 5 volte più grande di quella presente in Anno 2070. Non solo avremo città vive e attive, ma anche complessi industriali nei quali è possibile riconoscere le diverse strutture, tra cui troviamo le affascinanti catene di montaggio per la costruzione di robot, e zone minerarie dove è possibile vedere le trivellatrici al lavoro. Ad impressionare naturalmente ci pensano anche i diversi ambienti a nostra disposizione, con lande ghiacciate su cui è possibile costruire solo impianti industriali o dedicati all’estrazione dei minerali e il desertico territorio lunare, dove saremo chiamati a difendere gli insediamenti dai meteoriti creando barriere energetiche.

La parola d’ordine sembra quindi credibilità, ossia il tentativo di immaginare con quasi 200 anni di anticipo il futuro della nostra specie, senza lasciare nulla al caso.

Anno 2205 anteprima

Non mancano poi le novità riguardanti il gameplay. La più grande è indubbiamente la multisessione, ossia la possibilità di avere diverse zone attive contemporaneamente, zone che possono interagire tra loro con la stessa modalità già vista in SimCity, ossia scambiandosi risorse e servizi per raggiungere l’ottimale livello di benessere.

Nuove anche le missioni che ci metteranno a capo di una flotta navale, capaci di dare varietà al gameplay ma onestamente poco convincenti; la sensazione al momento è quella di trovarsi di fronte ad un diversivo fuori luogo e poco incisivo, non proprio in linea con il resto gioco.

Nel complesso però Anno 2205 mi è sembrato un buon titolo tanto per gli esperti ed appassionati quanto per i nuovi acquirenti, in grado di stupire con i suoi caricamenti rapidi, con il comparto tecnico ottimamente rifinito e con delle tematiche assolutamente di pregio.

Anno 2205 uscirà il 3 settembre per PC.

Se sei interessato a questo prodotto acquista qui

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here