Li abbiamo provati in tutte le salse e su tutte le console Nintendo, ma dopo tanti anni dalla loro prima comparsa ci ritroviamo finalmente tra le mani un prodotto nuovo e fresco, dedicato ai piccoli mostri tascabili più famosi al mondo: stiamo parlando di Pokkén Tournament, il nuovo picchiaduro sviluppato da Bandai Namco sotto l’attenta supervisione della The Pokémon Company.

Poco dopo l’uscita del titolo nelle sale giochi giapponesi, avvenuta il 16 luglio dello scorso anno, Pokkén Tournament aveva già riscosso un grande successo fra gli appassionati, ed è stato proprio questo motivo che ha spinto gli sviluppatori a rimettere le mani sul codice di gioco per convertire questo concentrato di divertimento in una versione per la console casalinga Nintendo e poi distribuirla in tutto il mondo.

Ora, però, scendiamo noi in campo, accompagnate dalle nostre consuete 5 parole.

PKMN

GamesPrincess_PokkenTournament_Screen3Non si può parlare di un picchiaduro che si rispetti senza citare il suo roster o, per meglio dire, l’insieme di personaggi che il giocatore potrà utilizzare effettivamente in combattimento.

Nel caso di Pokkén Torunament abbiamo a disposizione ben 16 personaggi fra i quali scegliere il nostro partner, due dei quali verranno sbloccati nel corso del gioco. Fin dall’inizio ci verrà data la possibilità di scegliere il Pokémon – eh sì, avete capito bene: uno solo! – che ci accompagnerà durante la nostra avventura. I mostri selezionabili saranno: Blaziken, Pikachu, Lucario, Gardevoir, Pikachu Wrestler, Sceptile, Gengar, Machamp, Braxien, Chandelure, Suicune, Weavile, Charizard e Garchomp. Completando il gioco, potremo poi aggiungere alla rosa dei personaggi selezionabili anche Mewtwo e Dark Mewtwo.

Ogni Pokémon appartiene ad una precisa categoria che lo contraddistingue e lo classifica a seconda della potenza, della velocità o della difficoltà di utilizzo. Ognuno di essi è poi dotato di una modalità furia, durante la quale i Pokémon che potranno assumere una forma alternativa si trasformeranno nella loro versione megaevoluta, mentre gli altri otterranno semplicemente un buff delle loro statistiche, in modo da renderli ugualmente competitivi.

Lotta

Il combattimento in Pokkén Torunament risulta particolare: piazzando dei potenti colpi al momento giusto saremo in grado di cambiare il sistema di combattimento in tempo reale, passando dalla Fase Panoramica nella quale è possibile muoversi in ogni direzione del campo di battaglia alla Fase Duello, durante la quale potremo muoverci solamente su di un asse, riproponendo quindi le meccaniche di Tekkén, che al gioco ha prestato anche parte del nome.

pokken_tournament_new1

Ogni mostro vanta la propria quantità di PV ed i propri valori offensivi e difensivi – proprio come accade nella serie principale – ma ognuno possiede le mosse che più lo contraddistinguono: nella Fase Panoramica possiamo attaccare il nemico con dei colpi a proiettile premendo il tasto Y mentre siamo a distanza o con dei colpi di bassa potenza se siamo abbastanza vicini. Con il tasto X possiamo invece lanciarci contro il nostro avversario ed eseguire colpi di potenza più elevata, mentre con il tasto A siamo in grado di eseguire le mosse tipiche del nostro Pokémon. Ci viene inoltre data la possibilità di saltare grazie al tasto B e di pararci con il tasto R. Il tasto L è infine adibito al richiamo di uno dei due Pokémon di supporto che dovremo scegliere fra delle coppie già prestabilite prima dell’inizio di ogni incontro.

Se durante la Fase Panoramica riusciremo a piazzare un colpo abbastanza potente da scaraventare a terra il nostro avversario, verremo automaticamente portati alla Fase Duello. Qui i tasti d’azione diventano più specifici, permettendoci di creare delle vere e proprie combo, prese, parate e colpi speciali.

Gadget

Come dicevamo prima, all’inizio del gioco saremo chiamati a scegliere un Pokémon che diventerà nostro partner – ma che potremo cambiare successivamente in ogni momento. Questo perché nel gioco non vestiremo direttamente i panni del Pokemon di turno, bensì quelli di un allenatore dotato di un particolare auricolare chiamato Lottapiù, con il quale saremo in grado di comunicare al Pokémon le mosse da eseguire e che funziona grazie ad un particolare elemento contenuto nel sottosuolo di Ferrum, la regione nella quale è ambientato il gioco.

Personalizzazione

Completando le varie sfide che ci verranno proposte e battendo le varie Leghe, otterremo delle Pokémonete che potremo spendere nello store del gioco per personalizzare il nostro personaggio in ogni sua parte: colore e forma dei capelli, abiti, frasi e perfino il Lottapiù.

Avremo anche la possibilità di personalizzare gli abiti di Nia, la loquace ragazza che ci accompagnerà lungo il nostro percorso nella regione di Ferrum e che ci elargirà preziosi consigli durante le lotte.

GamesPrincess_PokkenTournament_Screen4

Acquisto

A questo punto, sono abbastanza sicura che la domanda che frulla nelle vostre menti sia “lo compro o non lo compro?”. La mia risposta, senza troppi giri di parole, è “assolutamente si!”.

Se amate i picchiaduro e gli scontri da divano e volete vagamente respirare di nuovo quell’aria tipica di Tekkén i Pokemon di questo nuovo Pokkén Tournament fanno proprio al caso vostro. E poi, onestamente, potete forse resistere alla tenerezza del dolcissimo Pikachu Libre?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here