A distanza di più di 9 anni dall’ultimo capitolo originale della serie Star Fox – Star Fox Command per Nintendo DS, uscito nel lontano gennaio 2007 – ecco che Nintendo, in collaborazione con Platinum Games, decide di rispolverare il franchise e di lanciare finalmente Star Fox Zero su Wii U.

Star Fox Zero rappresenta ufficialmente il sesto capitolo della saga che vede come protagonista una divisione di mercenari chiamata appunto Star Fox, capitanata dalla volpe antropomorfa Fox McCloud e incaricata di vigilare sul pianeta Corneria.
Sono parecchie le novità che Nintendo e Platinum Games hanno introdotto in quest’ultimo capitolo della serie, ma se volete scoprirle tutte dovrete “fare un avvitamento” e seguirci nella nostra recensione in 5 parole!

Lylat Wars

Nonostante l’universo di Star Fox abbia parecchi anni alle spalle, è sorprendente notare quanto sia ben studiato e comprensibile anche per chi non ha mai approcciato un titolo della serie prima d’ora. Lylat è il sistema solare nel quale orbita Corneria, il pianeta d’origine di Fox McCloud e teatro di parecchie battaglie contro il temibile Andross, uno scienziato pazzo con l’obiettivo di schiacciare e sottomettere al suo volere il pianeta e la popolazione tutta di Corneria. In Lylat Wars (1997, Nintendo 64), mentre Andross si trovava esiliato sul pianeta Venom a seguito degli eventi accaduti in Star Fox (1993, SNES), viene rilevato un aumento di attività su quest’ultimo corpo celeste. Per verificarne le motivazioni, viene inviata una squadriglia di Arwing composta da James McCloud – il padre di Fox -, Pigma Dengar e Peppy Hare. Una volta giunti sul pianeta, Pigma tradisce i compagni e James McCloud si sacrifica per permettere al compagno Peppy di scappare incolume.
Passano diversi anni e viene creata la squadriglia Star Fox, protagonista indiscussa del nostro gioco e di tutti quelli precedenti della serie. Assieme al capitano Fox McCloud, ritroviamo il compagno del padre ed ora mentore della squadra Peppy Hare, il rospo genio informatico Slippy Toad e l’impulsivo ma abilissimo Falco Lombardi. Insieme vigilano sul pianeta di Corneria per conto del Generale Pepper, che dirige le operazioni dalla base, situata sul pianeta stesso.
GamesPrincess_StarFoxZero_Screen2

Flotta

Se si parla di Star Fox, si parla automaticamente di Arwing, gli speciali caccia da combattimento che Fox ed i suoi compagni utilizzano durante le loro missioni. L’Arwing è un velivolo estremamente agile e versatile, in grado di volare sia nello spazio aperto che nell’atmosfera dei pianeti sui quali si svolgono le battaglie. Il veivolo è inoltre capace di effettuare movimenti evasivi come dei looping – con il tasto X o inclinando entrambe le levette analogiche verso l’alto -, di deflettere i laser nemici con l’avvitamento o di scattare per un periodo di tempo limitato. Infine, da questo capitolo, l’Arwing è anche in grado di trasformarsi nel Walker, un mecha bipede molto veloce in grado di muoversi sulla terraferma con la stessa agilità dell’Arwing in cielo.
Non utilizzeremo però solamente questo tipo di nave nella nostra avventura: nel corso della storia entreremo in possesso di diversi veicoli che saranno più efficaci dell’Arwing in determinate missioni, come ad esempio il buon vecchio Landmaster, un carro armato dalle grandi capacità offensive ed in grado di trasformarsi nel Gravmaster, la sua versione volante – almeno finché dura la barra turbo. Avremo infine la possibilità di utilizzare il Gyrowing, un velivolo a doppio rotore e decollo verticale, più lento degli altri due ma decisamente più preciso e perfetto per le missioni che richiedono tattica e furtività. Dal suo interno viene rilasciato Direct-i, un piccolo droide in grado di manomettere i sistemi informatici.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here