Immaginate di avere non uno, non due, ma diversi mondi ai propri piedi e di poter modellare gli ambienti come più vi piace. Immaginate di avere tra le mani un sandbox facile, agevole e tranquillo che vi permetta di passare del tempo completando missioni di difficoltà abbordabile per diversi livelli di giocatori. Fantasia? In realtà no. Questo videogame esiste e si chiama Portal Knights.

Nato dalla creatività di 505 Games e dei germanici Keen Games, il gioco garantisce totale libertà di esplorazione e la possibilità di modificare sia il vostro avatar che il mondo in cui vi trovate. Seguiteci alla scoperta di questo titolo!

La personalizzazione prima di tutto

Si comincia come ogni open world che si rispetti, ossia creando il proprio personaggio e scegliendo alcune brevi caratteristiche del mondo che desiderate esplorare. Le caratteristiche del vostro avatar possono essere davvero le più disparate e gender-fluid, tanto da poter creare un personaggio femminile con tratti maschili come barba e baffi, oltre che assegnarlo a una classe fra le tre disponibili, ossia Guerriero, Arciere e Mago. Peccato però che costumi e dettagli su accessori e abbigliamento non possano essere stabiliti dal giocatore… Infine, come nei GdR più comuni, combattendo o eseguendo particolari azioni, si possono conquistare punti XP, aumentando così i valori di Costituzione, Forza, Agilità, Destrezza, Saggezza e Intelligenza.

Analizzando invece il mondo in cui ci troviamo, si può decidere se esplorare un universo chiuso, con un numero limitato di mondi e ambientazioni, o aperto, rendendolo praticamente senza limiti. Dopo aver proceduto con le prime impostazioni di base, si può decidere se giocare online o offline, oltre che poter creare più di un universo e più di un personaggio, ognuno con la sua storia! Un gioco dalle mille sfaccettature, non trovate? E non è finita qui: possiamo balzare da un’isola all’altra, per un totale di più di quaranta isole di dimensioni grandi o piccole, raggiungibili attraversando portali da costruire con blocchi appositi. Sì, perchè come in Minecraft, anche qui il mondo è composto da distese di blocchetti variopinti, fatti dei materiali più svariati e utilizzabili per diverse attività: riparare casolari, costruire ponti e piattaforme, eccetera.

E lo scopo del gioco?

Quindi…scopo del gioco? Semplice: recuperare i frammenti di questi particolari cubetti per poterli creare e costruire un portale, obiettivo raggiungibile dopo aver esplorato a sufficienza ogni singola area, ognuna con due diverse dimensioni. La prima è quella esterna, caratterizzata da un’abbondanza di determinate materie prime e da una fauna a tema del mondo che si sta esplorando, con mostri avversari variabili per numero e tipologia dal giorno alla notte. La seconda dimensione è caratterizzata da dungeon sotterranei, al termine dei quali veniamo ricompensati da tesori e oggetti preziosi, che arricchiscono il nostro inventario.

Insomma, Portal Knights ci tuffa in tanti diversi mondi, dal deserto a monti innevati, sentendoci totalmente liberi di procedere con l’esplorazione e la gestione personalizzata delle numerose attività a cui dedicarsi. Il risultato è arricchito dal fatto che si possa vivere l’esperienza anche in coop, fino a quattro giocatori, e giocando in split screen locale oppure online. Il divertimento quindi, in solitaria o in compagnia, è assicurato!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here