Era il lontano 2005 quando Forza Motorsport debuttò sulla prima iconica Xbox. All’epoca rappresentò una piccola rivoluzione. Forza fu infatti il primo videogioco pseudosimulativo per Xbox, dove le vetture in gara non solo potevano danneggiarsi ma gli incidenti influivano sulle prestazioni dell’auto.

12 anni dopo le cose non sono cambiate poi tantissimo. Forza Motorsport 7 è infatti sbarcato su PC ed Xbox One con la voglia di alzare ulteriormente l’asticella del genere, proponendo un gioco graficamente e quantitativamente superiore a quelli della concorrenza.

Ma varrà la pena acquistarlo?

Forza Driving Club: verso la vetta

Quest’anno la mastodontica opera dei ragazzi di Turn 10 Studios si concentra sulla modalità Forza Driving Club, una variante estremamente interessante dell’ormai classica Carriera.

Dopo aver scelto il vostro alter-ego – uomo o donna a seconda dei vostri gusti – e aver definito il suo stile scegliendo l’abbigliamento del pilota, vi troverete di fronte ben 6 campionati diversi, ognuno dei quali è ulteriormente suddisivo in svariate competizioni che prevedono altrettante gare. Insomma, già da subito vi sarà chiaro che l’offerta è davvero impressionante. La quantità però non è l’unico aspetto che vi sorprenderà. Forza Motorsport 7 cerca di fare della varietà uno dei suoi punti di forza. Come? Semplice: mettendo a nostra dispozione oltre 700 auto – sbloccabili e acquistabili nel corso del gioco -, tanti circuiti e soprattutto qualche originalissima gara, incluse quelle con le auto d’epoca, i truck e persino le limo.

Naturalmente sarà possibile tenere traccia dei vostri progressi affidandovi a due parametri fondamentali: il livello del pilota e quello da collezionista. Il primo è quasi scontato: tenendo le ruote incollate sull’asfalto, vincendo le gare e realizzando curve e sorpassi perfetti, aumenterete il vostro prestigio. Ogni volta che salirete di livello, il gioco vi chiederà se volete portare a casa un bel mucchio di crediti, se preferite acquistare un’auto (solitamente scontata ed occasionalmente gratis) o se desiderate aggiungere una bella tuta nuova al vostro guardaroba. Ovviamente comprando nuove autovetture, sia in queste occasioni sia durante tutte le altre fasi di gioco, andrete ad aumentare il vostro livello da collezionista.

Caccia al tesoro

Se siete ansiosi di scalare le classifiche, non vi resta che affidarvi alle ormai immancabili carte.

Forza Motorsport 7 prevede infatti l’acquisto di casse ricche di preziosi tesori, ossia auto e mod. Quest’ultime sono appunto delle classiche carte che possono essere utilizzate un limitato numero di volte e che vi consentono di aumentare i crediti guadagnati a fine gara portando a termine azioni ben definite. Troverete così carte che vi chiedono di usare solo il cambio manuale, carte che vi ordinano di realizzare 2 sorpassi perfetti, carte che vi obbligano a non uscire mai fuori dal circuito e carte che si attivano se guidate sotto la pioggia. Il sistema garantisce quindi un ulteriore grado di varietà o spingendovi, il più delle volte, a fare del vostro meglio e ad affinare le vostre abilità di guida.

Attenzione però: le carte ci sono e funzionano ma non sono indispensabili. Questo significa che potrete godervi l’esperienza anche senza sfruttare i vostri crediti per l’acquisto delle casse.

Anzi, risparmiando su questo fronte, avrete a disposizione più fondi per comprare nuovi veicoli, per modificarli qualora sia necessario e per tinteggiarli e comprarvi nuove livree dando così un tocco personale alla vostra scuderia.

Il divertimento prima di tutto

Mantenere l’equilibrio non è facilissimo ma, anche quest’anno, Turn 10 Studios ce l’ha fatta. Forza Motorsport 7 riesce infatti ad offrire un buon livello di sfida e di realismo senza raggiungere la simulazione vera e propria. Se da un lato questo farà storcere il naso ai puristi, dall’altro invece consente davvero a tutti di avvicinarsi al titolo e di godersi l’enorme mole di contenuti messi a disposizione dalla software house, incluse ovviamente le modalità multiplayer. Forza Motorsport 7 si rivela così un gioco assolutamente divertente, capace di mettere alla prova le capacità dei giocatori senza però rendere loro la vita impossibile.

Il modello di guida quindi rimane perfettamente in equilibrio tra arcade e simulazione ed estremamente simile a quello visto nel capitolo precedente, ma con una importante novità: il meteo dinamico. Le condizioni meteorologiche variano nel corso della gara, obbligandovi a cambiare il vostro approccio e mettendo in discussione la posizione raggiunta, non solo da voi ma anche dai Drivatar degli avversari. Quest’ultimi si confermano uno dei veri pilastri della serie, capaci di riprodurre le peculiarità dei singoli giocatori e accompagnati da un’intelligenza artificiale aggressiva e ben poco permessiva.

Impossibile infine non menzionare l’aspetto che rese famoso il gioco nel 2005: le collisioni. Le meccaniche sono anche questa volta ben rodate, con una fisica abbastanza realistica ma pensata per consentirvi qualche piccolo contatto con gli avversari senza scaraventarvi immediatamente fuori dalla pista. Insomma, qualche sportellata potrete darla senza temere orribili conseguenze.

Oltre il fotorealismo

Per valutare a pieno l’opera di Turn 10 Studios dovremo attendere l’uscita di Xbox One X, ma questo non ci impedisce di raccontarvi come si comporta il gioco su una Xbox One classica.

Se Forza Motorsport 6 vi aveva stupidi, allora non potrete che ammirare il comparto grafico del settimo capitolo che risulta ancora più dettagliato, assolutamente fotorealistico e capace di stupire con un’illuminazione dinamica davvero spettacolare. A peccare ogni tanto sono le auto con modelli non sempre perfetti, ma niente di davvero imperdonabile. In fondo, con oltre 700 auto da inserire, qualche piccola svista a Turn 10 Studios la possiamo sicuramente perdonare, soprattutto perché questo non incide sul generale impatto grafico.

Da notare poi l’estrema cura nella riproduzione dei circuiti che risultano sempre intriganti, ben distinti tra loro e capaci di offrire una varietà visiva davvero unica. Vi basti pensare al mare blu di Rio de Janeiro, al deserto di Dubai, al fascino storico di Praga o al più classico circuito del Mugello.

Ottimo infine anche il comparto sonoro mentre non si può dire altrettanto della narrazione. Non fraintendetemi, è interessante e ben fatta, ma esclusivamente in lingua inglese, cosa che vi obbliga spesso a concentrarvi su ciò che viene raccontato e sui relativi sottotitoli piuttosto che sul gioco in sé. La scelta della lingua anglosassone però non è casuale: spesso ascolterete le testimonianze di veri piloti che raccontano le loro imprese storiche. Doppiarle sarebbe stato un peccato.

Imperdibile

Prezzo: EUR 62,99
Da: EUR 69,99
Inutile girarci intorno: Forza Motorsport 7 è un assoluto must-buy. Il titolo si conferma come uno dei migliori racing game presenti sul mercato nonché uno dei pochi ad aver raggiungo l’equilibrio perfetto grazie ad un sistema di guida che entusiasma i neofiti e diverte i più esperti.

Impossibile poi non sottolineare la validità del gioco da un punto di vista meramente tecnico: le strade, le pozzanghere, i palazzi e le auto sono talmente curati e rifiniti da sembrare reali.

Insomma, se vi piace il genere e possedete una console della famiglia Xbox One o un PC con Windows 10 in grado di supportarlo, non potete farvelo scappare.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here